rotate-mobile
Cronaca

L'ultimo atto d'amore: donati gli organi di Alberto

Il giovane di 29 anni ha perso la vita a Como dopo un incidente

Aveva intrapreso la professione di veterinario, come il padre, alla clinica Lariana di via Borsieri. Alberto Tamagnone aveva 29 anni e la sua vita è stata spezzata proprio quando tutto sembrava promettergli un brillante avvenire. È stato fatale l'incidente in via Varesina, lo scorso 29 novembre. Portato in codice rosso all'ospedale Sant'Anna è stato operato d'urgenza ma non ce l'ha fatta e ieri è deceduto. 

È una nota di ringraziamento che commuove quella di Asst Lariana ed è rivolta ai genitori, alla fidanzata e al fratello di Alberto Tamagnone. Scrivono:

"Nel rinnovare il cordoglio e la vicinanza di tutta la comunità di Asst Lariana, vogliamo ringraziare i genitori, Guido e Cristiana, la fidanzata Guenda e il fratello Matteo. In un momento doloroso e difficile, con un atto di generosità e solidarietà hanno dato nuova speranza a chi era in attesa di un trapianto. Un gesto prezioso che ricorda a tutti l’importanza della donazione”.

La dottoressa Susanna Peverelli è la responsabile del Coordinamento prelievo d’organi di Asst Lariana e ha seguito i familiari nel processo di donazione, insieme al dottor Andrea Lombardo, direttore dell’Anestesia e Rianimazione 2 dell’ospedale Sant’Anna, dove il giovane Alberto era stato ricoverato nei giorni scorsi in seguito ad un incidente.

L’intervento ha richiesto un elevato livello di collaborazione tra professionisti di discipline diverse quali Terapia Intensiva, Coordinamento prelievo d’organi, oltre ai servizi e a tutto il personale impegnato nei casi di prelievo multiorgano (Radiologia, Laboratorio Analisi, Neurologia, Neurofisiologia, sala operatoria) e ai numerosi specialisti che si sono alternati nella valutazione del donatore. E’ stato possibile eseguire il prelievo di cuore, fegato (lobo sinistro per ricevente pediatrico, lobo destro per ricevente adulto), pancreas, reni e tessuti.

Tutto il processo della donazione si è svolto in collaborazione con il NITp (Nord Italia Transplant) e il Centro Regionale Trapianti che coordinano l’ospedale di prelievo, le liste di attese e i potenziali riceventi oltre ai Centri Trapianto con le équipes di prelievo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ultimo atto d'amore: donati gli organi di Alberto

QuiComo è in caricamento