Cronaca

Civati sfida Maroni: "Domani candele accese contro il Pirellone illuminato per il Family Day"

Non smette di far discutere la decisione del governatore della Regione, Roberto Maroni, di tenere accese anche di notte le luci della facciata principale del Pirellone per formare la scritta "Family Day", esprimendo totale sostegno politico e...

"Possibile", il movimento di Pippo Civati lancia a Como la sfida degli 8 referendum

candela-genericapirellone-familyNon smette di far discutere la decisione del governatore della Regione, Roberto Maroni, di tenere accese anche di notte le luci della facciata principale del Pirellone per formare la scritta "Family Day", esprimendo totale sostegno politico e istituzionale alla manifestazione in programma a Roma il 30 gennaio sotto lo slogan "Per la difesa della famiglia e del diritto dei bambini ad avere una mamma e un papà". L'evento atteso nella Capitale, nelle scorse ore, ha determinato persino lo slittamento del voto sulle unioni civili in Senato, appunto rinviato a dopo la manifestazione romana. Oggi, in risposta diretta alla decisione di Maroni di accendere la sede del consiglio regionale, arriva l'invito del movimento fondato da Pippo Civati, "Possibile", a cui ha prontamente aderito anche il comitato "Margherita Hack" di Como.

"A fronte delle iniziative intraprese dal presidente Roberto Maroni sul Family Day - si legge in una nota ufficiale - qualche giorno fa "Possibile" ha chiesto, oltre al ritiro del gonfalone di Regione Lombardia dalla manifestazione di Roma, anche lo spegnimento della ormai famosa scritta che compare sulla facciata del Palazzo della Regione. "Possibile" infatti ritiene inaccettabile e oltremodo sfrontato l'utilizzo dell'edificio simbolo della Lombardia, casa di tutti i Lombardi, per propagandare un evento che veicola idee retrograde, non da tutti condivise, quale il Family Day".

assessore-cappellini-schignano-2"La risposta dell'assessore regionale alla Cultura, Identità ed Autonomie Cristina Cappellini è prontamente arrivata - prosegue il movimento di Civati - confermando la decisione di mantenere accesa la scritta sul Pirellone e sottolineando che "quando si è convinti di fare qualcosa di giusto (?) non c'è nessun dietrofront.Avanti così". Prendendo atto di questa inamovibile decisione, "Possibile" raccoglie con piacere il suggerimento dell'assessore e anche noi non facciamo nessun dietrofront. Invitiamo anzi tutti i cittadini della Lombardia - ma non solo - a rispondere con un piccolo ma significativo gesto, testimonianza concreta contro l'oscurantismo del Family Day: venerdì 29 gennaio dalle 18 riponi una candela accesa sulla tua finestra per illuminare la notte e accendere i diritti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Civati sfida Maroni: "Domani candele accese contro il Pirellone illuminato per il Family Day"

QuiComo è in caricamento