Cronaca

Cavallasca e gli immigrati nella villetta: domenica Lega Nord in piazza

Dopo la manifestazione di due domeniche fa a San Fermo (foto a sinistra), la Lega Nord di Como torna in piazza per protestare contro l’accoglienza dei ‘profughi’ e per chiedere che quei soldi siano investiti per comaschi e sicurezza. Alle 10 di...

Piazza, militanti e comizio del leader: il vecchio stampo di lusso della Lega

Dopo la manifestazione di due domeniche fa a San Fermo (foto a sinistra), la Lega Nord di Como torna in piazza per protestare contro l'accoglienza dei 'profughi' e per chiedere che quei soldi siano investiti per comaschi e sicurezza. Alle 10 di domenica 15 marzo, il Carroccio manifesterà in via Dunant, a pochi passi dal Comune di Cavallasca, contro l'ospitalità concessa all'ultima 'ondata' di "immigrati alloggiati in villette di lusso e appartamenti tra San Fermo della Battaglia, la stessa Cavallasca e Rodero".

"Non ci stiamo", dice il deputato leghista canturino Nicola Molteni: "È incivile che si usino i soldi dei cittadini per vitto, alloggio, sigarette e cellulare degli immigrati, mentre la nostra gente attende da anni una casa popolare o aspetta aiuti che non arrivano mai, nel pieno di un'emergenza sicurezza senza pari. I dati nazionali parlano di 700 furti al giorno, 30 all'ora, 2 ogni minuto. Le vere priorità si chiamano lavoro e sicurezza". "Torneremo a invocare le dimissioni di Alfano, il ministro dell'invasione, e a chiedere ai sindaci - come fatto da Salvini alla cena provinciale della settimana scorsa - di fare obiezione di coscienza sui profughi e di ribellarsi all'accoglienza buonista. È immorale pagare ogni capriccio agli ultimi arrivati mentre i nostri disoccupati, cassintegrati e anziani non arrivano a fine mese".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cavallasca e gli immigrati nella villetta: domenica Lega Nord in piazza

QuiComo è in caricamento