Cantù, agente della polizia locale fuori servizio smaschera uno spacciatore

Giornata di successi per il comando di via Vittorio Veneto: poche ore dopo scoperto un nascondiglio per la droga

Ieri, 14 maggio, un agente del comando di polizia locale di Cantù, in quel momento fuori servizio, stava passeggiando in via Ariberto quando si è accorto della presenza di un uomo già noto al comando per ripetuti episodi di disturbo della quiete pubblica e piccola criminalità, avvenuti a Cantù. Più l’agente lo osservava, più ne trovava l'atteggiamento sospetto. I suoi dubbi sono poi aumentati quando il pregiudicato ha incontrato un'altra persona e con lui ha scambiato un piccolo involucro con del denaro. Quindi il poliziotto ha subito avvisato il comando e, rimesso in servizio per l'emergenza, è stato raggiunto da altro personale in borghese della polizia locale di Cantù. Così lui e i colleghi hanno perquisito l'uomo trovandogli addosso una dose di marijuana e i soldi appena ricevuti per lo scambio.

Si tratta di I.E., un cittadino liberiano e di 36 anni, da molto residente in Italia. La polizia locale ha provveduto a denunciarlo per spaccio di sostanze stupefacenti e a  sequestrare tanto il denaro quanto la droga.
Gli agenti sono riusciti poi a identificare l'acquirente: anche a lui è stata sequestrata la marijuana appena acquistata ed è stato segnalato alla prefettura di Como per detenzione ad uso personale.

Ma la giornata non era conclusa per la polizia locale di Cantù che nel pomeriggio, grazie anche all'unità cinofila, ha trovato delle sostanze stupefacenti in una zona periferica della cittadina, grazie alla segnalazione di un residente. Questo ritrovamento, fanno sapere dal comando, sarà certamente il punto di partenza per una nuova indagine.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto il sindaco Alice Galbiati ha dichiarato: “L’episodio dimostra ancora una volta la dedizione che gli appartenenti alla corpo di polizia locale dedicano alla nostra città. Il fatto che intervengano anche fuori dal servizio non è nuovo, tanto è vero che proprio lo scorso gennaio ho avuto l’onore di presenziare alla cerimonia regionale in cui un altro agente è stato insignito della croce al merito”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio in piazza San Rocco a Como: ucciso don Roberto Malgesini

  • A Como la gara a chi mangia più arrosticini: il record da battere è 51

  • Chi era don Roberto Malgesini: un vero prete "di strada", in aiuto dei più deboli

  • I 7 migliori ristoranti dove mangiare etnico a Como

  • Lo ha ucciso con un coltello: chi è l'assassino di Don Roberto Malgesini

  • Studente positivo al covid al liceo Giovio di Como. E adesso cosa succede?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
QuiComo è in caricamento