menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
polizia-auto-volante

polizia-auto-volante

Borseggiatori al supermercato di Sagnino: fermata banda

Due uomini e due donne fermati e denunciati con l'accusa di borseggio all'interno del supermercato Gran Mercato di Sagnino. SI tratta di quattro persone di etnia nomade. A fermare la banda è stata una pattuglia della polizia di frontiera di Ponte...

Due uomini e due donne fermati e denunciati con l'accusa di borseggio all'interno del supermercato Gran Mercato di Sagnino. SI tratta di quattro persone di etnia nomade. A fermare la banda è stata una pattuglia della polizia di frontiera di Ponte Chiasso (settore della polizia di Stato della Questura di Como. I poliziotti hanno notato intorno alle 13.30 di ieri una una Mercedes con targa bulgara con a bordo i quattro individui. Una delle due donne, in evidente e avanzato stato di gravidanza, ha dichiarato di stare male. Sono stati allertati i soccorritori del 118. Dopo i soccorsi tutta la banda è stata portata negli uffici di Ponte Chiasso. La perquisizione ha permesso di trovare nascosto nelle parti intime di una delle donne un portafoglio con i documenti di una donna di 53 anni residente a Como. Gli agenti hanno provveduto subito a contattarla. La signora ha spiegato che si stava recando in Questura proprio in quel momento per denunciare il furto subito poco prima all'interno del supermercato di Sagnino.

Gli agenti grazie alle immagini registrate dalle telecamere del supermercato hanno appurato che effettivamente le due nomadi erano entrate nel punto vendita fingendo di fare la spesa, mentre i due uomini le attendevano fuori nella Mercedes. Nell'arco di pochi minuti, erano uscite con la refurtiva. Nel perquisire l'auto la polizia ha trovato e sequestrava anche un coltello a punta e una trentina di arnesi da scasso (cacciavite, tenaglie, lime, tenaglie e una piccola torcia).

Tutti i componenti della banda (di nazionalità bulgara) sono stati denunciati per furto aggravato in concorso(si erano divisi i 90 euro contenuti nel portafogli) mentre il conducente della Mercedes, è stato denunciato in Procura anche per possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere. Il portafoglio, con tutti i documenti e i soldi contenuti sono stati restituiti alla legittima proprietaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Economia

Le 'gonne ruffiane' made in Como conquistano New York

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento