Mariano Comense, 1,4 chili di marijuana nascosti in garage: arrestato

In carcere un 25enne: blitz della polizia nella sua casa di via XX Settembre

Repertorio

Un borsone con un chilo e 400 grammi di marijuana nascosto in garage: per questo un 25enne di Mariano Comense è stato arrestato venerdì 16 febbraio 2018 dai poliziotti della questura di Como. 
Tutto è partito da un controllo di routine nei confronti del giovane già conosciuto dalle forze dell'ordine per problemi legati alla droga. A insospettire gli agenti, sarebbe stato l'insolito via vai dalla sua abitazione di via XX Settembre. In casa i poliziotti hanno trovato solamente un modesto quantitativo di marijuana (37 grammi): gli agenti della questura, però, hanno preferito non fermarsi all'abitazione, decidendo di controllare anche il box. E proprio qui è stato rinvenuto un borsone con all'interno 1,4 chili di stupefacente e materiale per il confezionamento della droga. Il 25enne è stato quindi arrestato con l'accusa di detenzione di droga a fini di spaccio. Il giovane si trova nel carcere Bassone di Como: qui lunedì 19 febbraio è fissato l'interrogatorio per l’udienza di convalida dell’arresto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sempre nel febbraio 2018 a Mariano Comense un'operazione della squadra mobile di Como e Milano aveva portato in carcere tre albanesi: in un box erano stati ritrovati droga e armi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, drogava una bimba, abusava di lei e poi vendeva i video: arrestato

  • Como, aliante caduto a Tavernola

  • Il primario del Sant'Anna: "Mascherine, distanziamento sociale e lavaggio quasi ossessivo delle mani"

  • Doccia fredda per turismo e commercio a Como: la frontiera con il Ticino non riprirà il 3 giugno

  • Cantù, minaccia di morte e perseguita per mesi l'ex socio: denunciato

  • Spostamenti tra le Regioni, la decisione sarà presa in base ai dati (e probabilmente con poco preavviso)

Torna su
QuiComo è in caricamento