Venerdì, 23 Luglio 2021
Cronaca Via Liguria

La tragedia di Alessandro, vittima dell'esplosione di Fino Mornasco: cosa è accaduto

Illesi madre, padre e fratello

Cominciano a delinearsi, seppure con una certa cautela, le prime ipotesi sulle dinamiche dell'esplosione della villetta in via Liguria, ad Andrate, una frazione di Fino Mornasco. In questa triste vicenda ha perso la vita stamattina, 11 maggio 2020, Alessandro Fino, un ragazzo di soli 21 anni. Al momento dell'esplosione (le 6 del mattino circa) Alessandro era in casa con il padre, al secondo piano dove c'erano le stanze da letto.

Le prime ricostruzioni dell'esplosione

Il 21enne avrebbe avvertito un primo rumore provenire dal piano terra (dalla cucina) ed avrebbe avvisato, chiamandolo ad alta voce, il padre, che, probabilmente grazie a questo, è riuscito ad uscire dall'abitazione illeso. Alessandro, invece, non è stato abbastanza veloce nell'uscire di casa ed è stato colto in pieno dall'esplosione. Il suo corpo, da quanto forte è stato lo scoppio, è stato sbalzato lontano e ritrovato solo in un secondo momento dai vigili del fuoco. Nella villetta di via Liguria vivevano anche la madre, che era uscita molto presto per andare al lavoro, e il fratello minore che aveva dormito dai nonni. 

Sono ancora in corso i rilevamenti sul posto e la casa è sotto sequestro anche se, dato che è stata completamente sventrata, difficilmente potrà essere messa in sicurezza in tempi brevi. La fuga di gas è, al momento, ancora l'ipotesi più accreditata. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La tragedia di Alessandro, vittima dell'esplosione di Fino Mornasco: cosa è accaduto

QuiComo è in caricamento