rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Cronaca

Perché Alberto Genovese potrà uscire dal carcere dopo la condanna per violenza sessuale

E c'è ancora il rischio di un secondo processo: la ricostruzione

Aberto Genovese può uscire dal carcere. La Procura generale di Milano ha dato parere favorevole all'istanza di affidamento terapeutico in una comunità presentata dalla difesa dell'ex imprenditore del web, già condannato in via definitiva a 6 anni 11 mesi e 10 giorni, per due casi di violenza sessuale su due modelle stordite con mix di droghe. In uno di questi due casi, quello avvenuto a Ibizia, era stata imputata anche la sua ex fidanzata comasca condannata a due anni e 5 mesi. Secondo il suo difensore, l’avvocato Giammaria Paminteri, andava assolta perché, soggiogata da un amore malato, si è trovata suo malgrado coinvolta senza commettere reati. In seguito alle condanne emesse a settembre 2022 Genovese era tornato in carcere, dopo essere stato ai domiciliari in una clinica per disintossicarsi lo scorso 13 febbraio in esecuzione della pena definitiva. Da quanto si è saputo, dopo l'udienza per discutere l'istanza della difesa dell'ex fondatore di start up digitali Genovese deve ancora scontare meno di 4 anni e ha già scontato anche, in sostanza, la parte di pena che copre le imputazioni di violenza sessuale, reato ostativo alla misura alternativa al carcere.

Perché Genovese può uscire dal carcere

L'affidamento terapeutico deciso per Genovese si può richiedere quando la pena residua non supera i 6 anni. Tutte condizioni, dunque, che hanno portato anche la Procura generale a dare parere favorevole alla richiesta della difesa. I giudici decideranno nei prossimi giorni. 

Genovese, che da alcune settimane è assistito da nuovi legali, gli avvocati Salvatore Scuto e Antonella Calcaterra, era stato a San Vittore dal novembre 2020, quando era stato arrestato, fino a fine luglio 2021, quando era passato ai domiciliari in una comunità per disintossicarsi. Era tornato in carcere lo scorso febbraio per l'esecuzione della pena definitiva, che gli era stata ridotta perché aveva rinunciato a presentare appello dopo la condanna in abbreviato, sulla base delle nuove norme della riforma Cartabia.
L'udienza per lui si è tenuta nel pomeriggio nell'aula del piano terra del Palazzo di Giustizia milanese, dove si tengono le udienze della Sorveglianza, ma il suo nome non era stato indicato tra le udienze previste per oggi.

Genovese rischia il processo pure per un secondo filone di indagini nel quale è accusato di altre due violenze con lo stesso schema, di intralcio alla giustizia e di detenzione di materiale pedopornografico. Su questa tranche di indagini, già chiuse, si va verso la richiesta di rinvio a giudizio per lui, per la sua ex fidanzata e per l'ex braccio destro dell'imprenditore, Daniele Leali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perché Alberto Genovese potrà uscire dal carcere dopo la condanna per violenza sessuale

QuiComo è in caricamento