Aggressione al pronto soccorso del Sant’Anna, botte e minacce ai poliziotti: arrestato

In manette un 32enne che aveva dato in escandescenze con i medici

Ancora un'aggressione al pronto soccorso dell'ospedale Sant'Anna di Como. E' successo nel pomeriggio di domenica 26 maggio 2019.
Ha dato in escandescenze prima con i medici, poi ha aggredito i poliziotti intervenuti per calmarlo. Arrestato un 32enne italiano, S.M. le sue iniziali.

La chiamata alla polizia

L'allarme è scattato intorno alle 13 quando il personale medico del pronto soccorso ha chiamato la polizia per la presenza di una persona in stato di escandescenza, molesta e molto aggressiva. Secondo quanto accertato dagli agenti, l'uomo si è rifiutato di sottoporsi alle cure mediche e si trovato in uno stato di estrema aggressività, dovuto, a dire dei medici, all’ingestione di medicinali e sostanze stupefacenti.

L'aggressione 

L’uomo, alla vista della Polizia, ha reagito in maniera ancor più eclatante, dapprima con ingiurie e minacce di morte ed infine non esitando ad aggredire i poliziotti, che invano hanno cercato di convincerlo a sottoporsi alle cure del caso. Durante l’aggressione l’uomo diceva, urlando, di preferire l’arresto alle cure mediche da ritenersi fuori luogo in quanto lui non è pazzo. Con non poca fatica, i due poliziotti sono riusciti ad accompagnarlo presso gli Uffici della Questura, dove, dopo tutte le formalità del caso lo hanno dichiarato in arresto, per i reati di oltraggio, minacce e lesioni a pubblico ufficiale, trattenendolo nelle camere di sicurezza della Questura, per gli adempimenti giudiziari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella mattina di lunedì si è tenuto il giudizio per direttissima, conclusosi con la convalida e su richiesta del difensore dell’arrestato l’udienza è stata rinviata al 18 giugno. Sino a quella data è stata disposta la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria territorialmente competente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sesso in barca sul Lago di Como: il video diventa virale

  • La bellissima figlia di Monica Bellucci, a Bellagio per uno spot, incanta il lago di Como

  • Matteo, giovane e coraggioso imprenditore: sceglie Como per il nuovo negozio che personalizza scarpe

  • A 84 anni Giovanni va in pensione: senza di lui il bar della dogana chiude per sempre

  • Si tuffa ma non riemerge: ragazzo annegato a Faggeto Lario

  • Bisogna davvero aspettare 3 ore dopo aver mangiato per poter fare il bagno nel lago?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
QuiComo è in caricamento