menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pedemontana, il pagamento "free flow" ogni tanto si inceppa. Il gestore sta risolvendo

Il servizio di Striscia negli scorsi giorni

Negli scorsi giorni Striscia la Notizia si è occupata del sistema di pedaggio “free flow” di Pedemontana che causa problemi ad alcuni automobilisti. Capitan Ventosa, infatti, si è recato armato di telecamera sulla tratta che collega la provincia di Varese con quella di Bergamo e ha testato che i portali dell’autostrada che dovrebbero rilevare la targa dell’auto o, per chi lo possiede, il Telepass, non sempre funzionano a dovere.

Si tratta di un inconveniente che molti automobilisti che percorrono abitualmente la Pedemontana conoscono da tempo. Il sistema “free flow”, infatti, sulla carta, consente di rilevare automaticamente o la targa del veicolo o il Telepass, in modo che l’utente possa poi decidere il metodo di pagamento che preferisce: pagando online con carta di credito, tramite app, attraverso addebito sul conto bancario, oppure con una pratica carta ricaricabile.

Non esistono quindi barriere tradizionali sull’autostrada, ma solo un sofisticato sistema di telecamere e rilevazioni che consente di attivare diverse modalità di pagamento. Peccato che, sentendo la voce di diversi automobilisti, talvolta qualcosa nel sistema si “inceppa”, e l’utente che, ad esempio, pensa di aver pagato con il Telepass riceve invece a casa una richiesta di esazione da parte di Pedemontana, maggiorata di 3,5 euro per mancato addebito.

Il gestore dell’autostrada ha dichiarato a Striscia che, in caso si manifesti l’inconveniente, è possibile effettuare il pagamento senza la maggiorazione e che il problema è in corso di soluzione. In effetti sembra che, nel corso degli anni, la precisione del “free flow” sia costantemente migliorata e che gli intoppi colpiscano percentuali minimali di automobilisti. Però il disagio, quando si verifica, è effettivamente fastidioso. Anche perché il classico sistema di pedaggiamento che attuano tutti gli altri gestori su circa 6000 KM rete, soprattutto per chi usa il Telepass, non presenta margini di errore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Avanza l'ipotesi zona rossa per tutta la Lombardia dall'8 marzo

Coronavirus

Como e provincia in zona arancione rinforzata

Coronavirus

Zona arancione fino a domenica 7 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento