menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ex chiesa di San Francesco

Ex chiesa di San Francesco

Pulizia notturna, senzatetto "sfrattati" dal portico della chiesa mentre piove

Lo sfogo di un migrante e la lettera di denuncia di Como Accoglie

Clochard e migranti senzatetto, il dibattito in corso in questi giorni a Como si arricchisce di un nuovo capitolo destinato a fare discutere. La denuncia arriva dal gruppo di volontari Como Accoglie che in una lettera aperta rivolta alla città ha raccontato un episodio avvenuto nella notte, o meglio, all'alba. Mentre pioveva a dirotto i numerosi senzatetto accampati sotto il portico dell'ex chiesa di San Francesco in Largo Spallino sono stati "cacciati" dalle idropulitrici all'opera per il servizio di nettezza urbana. Nella video-intervista diffusa da Como Accoglie lo sfogo di un migrante "sfrattato" dal servizio di pulizia urbana. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

31 agosto, Sant'Abbondio, 5 del mattino e piove a dirotto. Chi dorme sotto i portici di San Francesco è bagnato dalla pioggia di traverso. Ecco che arrivano per la "disinfestazione", con le idropulitrici. Fuori tutti da sotto il portico, fuori le borse con le coperte, fuori sotto la pioggia.
Nel giorno del Patrono della città, il giorno dopo l'appello del Vescovo alla cittadinanza ma soprattutto ai politici di Como perché la nostra bella città turistica sia  anche una bella città dentro, una città solidale, ecco la risposta della politica con la p minuscola: un inutile gesto di cattiveria gratuita. Perché non c'è la volontà di aprire un dormitorio, di attivare servizi igienici (per i cittadini, turisti e migranti = per le persone)?
Ce lo chiediamo noi di Como Accoglie ma se lo chiede anche la Confesercenti. Ci sono tanti edifici inutilizzati di proprietà comunale (ma ci sono anche quelli demaniali, dei vari Enti pubblici, della Chiesa) che potrebbero essere ristrutturati con finanziamenti di bandi e co-gestiti dal volontariato. Non serve molto: poca propaganda, volontà politica di risolvere i problemi della città, disponibilità al confronto e spirito di collaborazione. Queste le risposte che la cittadinanza si aspetta dalla Politica con l P maiuscola.

I volontari di ComoAccoglie

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Nuovo Decreto Draghi, prevale la linea dura fino al 31 luglio: le regole

Coronavirus

Arriva il passaporto vaccinale europeo, ecco come funziona

Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Covid a Como, i dati del 22 aprile 2021: 208 nuovi casi

  • Cronaca

    Como, ragazza ubriaca soccorsa d'urgenza davanti all'hangar

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento