Trasporti, Il governo torna ad imporre il distanziamento sui mezzi: ma la Lombardia non ci sta

Fontana, al contrario del ministro Speranza, conferma l'ordinanza regionale che permette di occupare tutti i posti a sedere sui mezzi pubblici: è caos tra i gestori

Quando sembrava che anche sui mezzi pubblici si stesse tornando alla normalità, consentendo l'occupazione al 100% dei posti a sedere e il 50% di quelli in piedi, Il ministro della salute Roberto Speranza ha fatto dietrofront e ha nuovamente imposto ai gestori dei trasporti ferroviari di ripristinare il distanziamento di almeno un metro sui treni e l'obbligo di occupare sedili alternati. La comunicazione da parte del ministro è arrivata ieri pomeriggio, 1 agosto 2020, a sole 24 ore dalla precedente che aveva abolito le distanze sui mezzi pubbici. Ieri, in qualche stazione, c'è stata un pò di confusione da parte dei passeggeri e del personale per il repentino cambio, ma alla fine tutto si è svolto regolarmente. 

La Regione Lombardia, però, non si è adeguata confermando l'ordinanza in vigore dal 1° agosto che consente di occupare tutti i posti a sedere sui mezzi pubblici.

 "In relazione all'ordinanza firmata ieri dal presidente della Regione Lombardia e in vigore da oggi - dichiara l'amministrazione di Fontana in una nota - per quanto riguarda il trasporto pubblico locale - alla luce della nuova ordinanza emanata in data odierna dal ministro della Salute - Regione Lombardia, in attesa di valutare in maniera specifica e puntuale i contenuti di quanto previsto dalla nuova disposizione ministeriale e nell'ottica di un proficuo confronto da avviare in tempi rapidissimi con il Governo e con la Conferenza delle Regioni, conferma la propria ordinanza".

"Le decisioni assunte ieri dalla Regione - continua l'amministrazione lombarda - oltre a essere in linea con i risultati dei dati sanitari relativi alla Lombardia delle ultime settimane, puntano a un allineamento con quanto già posto in essere da tempo, in materia di trasporto pubblico locale, da Regioni confinanti con la Lombardia. Il tutto anche in un’ottica di dare la possibilità, a chi gestisce il trasporto pubblico locale, di programmare e ‘sperimentare’ nuove azioni in vista della ripresa dell’attività scolastica di settembre".

Anche la Liguria si è allineata con la posizione della Lombardia. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Como usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Como la gara a chi mangia più arrosticini: il record da battere è 51

  • I 7 migliori ristoranti dove mangiare etnico a Como

  • Studente positivo al covid al liceo Giovio di Como. E adesso cosa succede?

  • L'Orrido di Nesso, la cascata che fa paura e rumore quando piove

  • Incidente sulla A9 in direzione Como a causa di un cervo: lunghe code

  • Canzo, ecco dove vive ancora lo Spirito del bosco: la camminata che vi porterà in un mondo incantato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
QuiComo è in caricamento