rotate-mobile
Attualità

Lago di Como, scoperte altre due proprietà del presentatore filo-Putin: una intestata alla madre

Il giornalista Dmitrij Nizovtsev, che lavora nel team dell'attivista e oppositore Alexei Navalny pubblica tutto su YouTube

Vladimir Soloviev, il presentatore russo nella lista dei 680 oligarchi a cui sono stati congelati beni in Italia, era un vero amante (e grande investitore) del Lago di Como. Oltre alle due ville di proprietà del russo del valore di circa 8 milioni di euro già sequestrate, ci sarebbero altre due proprietà riconducibili a lui sul lago.

A riportare la notizia è La Repubblica che rivela come su un video di YouTube il giornalista Dmitrij Nizovtsev, che lavora nel team dell'attivista e oppositore Alexei Navalny (ora in carcere dopo essere stato avvelenato nel 2020, chiesti per lui dal governo di Putin 13 anni di detenzione) dice di aver scovato altre due proprietà, sempre sul Lago di Como.

Una delle "nuove" proprietà si troverebbe all'interno di Villa Maria di Giacomo Montegazza a Tremezzina e sarebbe un appartamento. Nel video il giornalista dice che sul citofono c'è il nome di Soloviev. Sempre secondo  Dmitrij Nizovtsev l'altra proprietà si troverebbe nel comune di Menaggio e sarebbe intestata alla madre.

"L'insaziabilità e il tradimento di Vladimir Soloviev non conoscono confini. Le autorità italiane hanno prontamente congelato due delle sue ville. Tuttavia, il nostro Don non si è fermato e ha comprato altri immobili a Como. Ha cercato di nasconderli, ma noi li abbiamo trovati". Questo ha scritto nel post su Facebook  Navaly per lanciare il video di Nizovtsev. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lago di Como, scoperte altre due proprietà del presentatore filo-Putin: una intestata alla madre

QuiComo è in caricamento