Javier Zanetti e Ramiro Córdoba all'asilo Bernasconi di Cernobbio per la Fondazione Pupi

I campioni di calcio con tanti amici comaschi per aiutare i bambini disagiati. Ecco le foto della serata

Paula e Javier Zanetti, Ramiro Córdoba e gli organizzatori della serata di raccolta fondi all'Asilo Bernasconi di Cernobbio

Da 18 anni la Fondazione Pupi, creata dai coniugi Paula e Javier Zanetti, sostiene i bambini delle fasce più deboli, in stato di povertà o disabilità, in particolare grazie a un centro nella periferia di Buenos Aires. Obbiettivo, dare a tutti i bimbi le stesse possibilità di crescita, di salute e di educazione, indipendentemente dalle loro possibilità o capacità.

Sono tanti i gesti concreti che la coppia fa ogni giorno, tantissime le ore spese dai coniugi argentini per promuovere l’associazione e raccogliere fondi da destinare a progetti concreti. E spesso abbiamo visto il campione di calcio e la moglie sul territorio comasco proprio a questo scopo. È successo di nuovo questo venerdì, 29 novembre, all’Asilo di infanzia Davide Bernasconi di Cernobbio, dove insieme all’amico e collega Ramiro Córdoba, gli Zanetti hanno incontrato tanti comaschi per promuovere la Fondazione Pupi e raccogliere fondi. In più, sempre sotto il patrocinio dell’organizzazione, i bimbi della sezione di 3 anni, chiamati nuvolette, hanno fatto personalmente delle piccole ma importanti rinunce, per poter anche quest’anno rinnovare l’adozione a distanza di un piccolino come loro, ma nato con tante, tante possibilità in meno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lomazzo, non esce dalla camera d'albergo: ragazza di 20 anni trovata in fin di vita

  • Colverde, vinti 300mila euro con un gratta e vinci

  • Scomparso da casa, ritrovato in fin di vita in un bosco a Villa Guardia

  • Città dei Balocchi: come raggiungere il centro di Como senza restare imprigionati dal traffico di Natale

  • Traffico impazzito a Como: è il corteo di Friday for Future

  • Precipita in montagna per 50 metri: morto un uomo di Lurago Marinone

Torna su
QuiComo è in caricamento