rotate-mobile
Attualità

Il cuore di Nataliya è pieno di gratitudine per i comaschi: "Siete incredibili, il mio popolo vi è riconoscente"

La sua famiglia è in Ucraina ma riesce a mandare aiuti grazie alla generosità dei colleghi della Ca' d'Industria e di tanti cittadini di Como

Sono giorni di angoscia e preoccupazione per Nataliya Baradaki, dipendente della Ca' d'Industria. Lei è Ucraina e lì, al suo paese, a Kelmentzi (poco meno di 500 chilometri da Kiev) vive suo figlio, con moglie e bambini. Riescono a sentirsi poco e quando si sentono non possono parlare della guerra. "Hanno avuto indicazione di evitare di parlare di quello che sta accadendo", spiega Nataliya. Ma le basta sentire la voce di suo figlio e dal tono capisce che al momento, nella zona dove vive, la situazione è piuttosto tranquilla. Per ora. 
Nataliya, però, non pensa solo alla sua famiglia, ma ha a cuore tutto il suo popolo e per questo si è adoperata per raccogliere aiuti da inviare in Ucraina: prodotti alimentari, medicinali e ogni altro tipo di beni di prima necessità. Il suo piccolo grande sforzo ha trovato un immaginabile sostegno da parte della collettività comasca, a partire dai dipendenti e dai dirigenti del luogo dove lavora, la Ca' d'Industria di Rebbio. 

Ed è con il cuore colmo di gratitudine che Nataliya ha contattato la redazione di QuiComo: "La solidarietà e il concreto aiuto che ho avuto è qualcosa di incredibile. Non solo dalla Ca' d'Industria, a tutti i livelli, ma anche dai tantissimi amici, conoscenti ed estranei che hanno prontamente risposto alla mia richiesta di aiuto".
Nataliya, infatti, partecipa a un gruppo organizzato dalla comunità ucraina di Como che sta riuscendo a raccogliere aiuti di ogni genere da affidare ad altre associazioni le quali si occupano di farli giungere nelle zone dell'Ucraina dove c'è più necessità. "A tutti i comaschi e a tutti gli italiani dico, dal profondo del mio cuore e della mia anima, grazie, grazie, grazie!".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cuore di Nataliya è pieno di gratitudine per i comaschi: "Siete incredibili, il mio popolo vi è riconoscente"

QuiComo è in caricamento