rotate-mobile
Attualità

L'albero di Gae: in memoria di Gaetano Banfi

Uno spazio di incontri dove "riparare" i conflitti

Nell'ottobre del 2019 è scomparso in circostanze tragiche Gaetano Banfi, un giovane conosciuto e benvoluto nel quartiere di Rebbio. La sua storia è divenuta un emblema per tutte le persone che sono vittime di sofferenze e ferite. Proprio nel quartiere di Rebbio è nata l'idea di tenere viva la memoria di Gaetano attraverso L'Albero di Gae da collocare negli spazi esterni della Coop di Como.

gae2-2

In pratica, un ulivo e una panchina dove sedersi in cerchio: un luogo confortevole, aperto a tutti, dove incontrarsi e ascoltarsi, dove parlarsi guardandosi negli occhi. Il progetto è scaturito dallo scambio di riflessioni tra cittadini e organizzazioni che da cinque anni operano a Rebbio con il metodo della giustizia riparativa. Si tratta di un modo nuovo di “fare giustizia” che prevede l'incontro tra le persone, l'ascolto, il dialogo e la mediazione dei confltti. Con il contributo di chi fa la spesa alla Coop, L'Albero di Gae potrà diventare realtà. Sarà uno spazio comune che esprime simbolicamente l'incontro e dentro il quale tutti, se vorranno, potranno sedersi per trovare conforto nella parola e nel dialogo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'albero di Gae: in memoria di Gaetano Banfi

QuiComo è in caricamento