Politica Piazzale Maestri Campionesi, 4

Campione d'Italia, esuberi in Comune: a rischio 86 dipendenti su 102

Comunicazione shock firmata dal segretario generale dell'amministrazione dell'enclave

La protesta dei dipendenti davanti al comune di Campione

Nuova tegola sul Comune di Campione d'Italia, dopo i problemi relativi al fallimento del Casinò e alla crisi finanziaria: annunciati, infatti, 86 licenziamenti di dipendenti comunali su 102. 
E' partita in queste ore dal comune di Campione la deliberazione del consiglio del 7 agosto 2018 che "ha dichiarato il dissesto finanziario ai sensi dell'articolo 246 del Testo Unico sugli Enti Locali".
Il documento è firmato da Lucia Amato, il segretario generale dell'amministrazione campionese, e inviato al Dipartimento della funzione pubblica, alla Cisl, Cgil e Uil Fpl, alle Csa Regioni Autonomie Locali e alle Rsu. "Per l'effetto di tale procedura il comune, con apposito atto, procederà a deliberare le eccedenze di personale in numero 86 unità, in ottemperanza ai parametri del D.M. 10 aprile 2017 che prevede per questo ente una dotazione organica di numero 16 unità".

Il video della protesta dei dipendenti del Casinò di Campione

Poche righe, ma che di fatto scuotono la comunità campionese che nei giorni scorsi è scesa in piazza per chiedere al Governo un intervento per la riapertura della casa da gioco. 
I dipendenti del Comune non ricevono lo stipendio da mesi. Confermata dunque l'ipotesi ventilata: in mobilità 86 dipendenti su 102.

"Si tratta di una procedura lunga - spiega Alessandra Ghirotti della Cgil -  ci sono 90 giorni da oggi per trovare soluzioni alternative. Altrimenti i dipendenti verranno inseriti nella lista di mobilità regionale". 
Proprio per scongiurare gli esuberi, i sindacati hanno chiesto un incontro al Prefetto di Como.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campione d'Italia, esuberi in Comune: a rischio 86 dipendenti su 102

QuiComo è in caricamento