Cultura

The Life Electric come non lo avete mai visto

Lo scatto di Lorenza Ceruti fissa la magia di Libeskind immersa nel Lago di Como

Tanto discussa e tanto amata, l'opera dell'archistar Daniel Libeskind, installata sulla diga foranea di Como, è diventato uno dei siti più visitati e fotografati della città. Di scatti in questi due anni dalla sua inaugurazione, avvenuta nel maggio del 2015, se ne sono visti molti, alcuni tra i più belli sono opera dell'architetto Lorenza Ceruti, che ha trovato da tempo nella fotografia una delle espressioni migliori delle sue qualità artistiche. Il suo ultimo ritratto, complici un cielo e un Lago di Como davvero splendidi, ritraggono The Life Electric da una prospettiva decisamente suggestiva, capace di offire un continuum d'acqua che Lorenza ha saputo cogliere con il suo magico occhio. Quello che ha portato Emanuele Caso a fissarne lo stile con una frase definitiva: "c'è un prima e un dopo di lei". 

Un concetto esteso da Maricla Martiradonna che descrive così il suo lavoro: "La Fotografia, in Lorenza, si smaterializza, prende il volo, si trasfigura. Estro, fantasia, creatività e buon gusto caratterizzano le sue immagini, che spesso travalicano i confini della fotografia classica e ortodossa per esprimersi nelle linee pure e scarnificate di un disegno, in cui Lorenza riesce a condensare una percezione fuggevole, un pensiero aereo, una visione elegante e leggera. Anche situazioni "pesanti" del nostro essere, come la solitudine, l'infelicità, la paralisi dell'azione e/o dell'emozione, perdono ogni faticosa fisicità e sembrano librarsi negli spazi immensi, per fluttuare finalmente privi di gravità, di catene. Liberi. Questa, alla fine, è la sensazione che trasmettono le immagini di Lorenza, la tonalità di fondo del suo mondo: un immenso, vertiginoso senso di libertà.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

The Life Electric come non lo avete mai visto

QuiComo è in caricamento