Poste Italiane, due nuovi sportelli automatici a Dizzasco e Cerano d'Intelvi

L'obiettivo è servire meglio i piccoli paesi meno popolati

Due nuovi sportelli automatici di Poste Italiane sono stati attivati il 2 novembre in due piccoli Comuni della Val d'Intelvi. I due postamat sono stati attivati a Dizzasco, in via Candiani e a Cerano d’Intelvi, in via Alla Costa. Le nuove installazioni si aggiungono a quelle già realizzate a Blessagno, Lanzo d’Intelvi e Ponna. Poste Italiane ha spiegatio che "l’obiettivo è di estendere e consolidare la presenza capillare di Poste Italiane e mettere a disposizione dei cittadini nuovi canali di accesso ai servizi, fornendo un supporto concreto alle esigenze delle comunità locali".

Maria Teresa Lilliu, direttore Mercato Privati Poste Italiane per la filiale di Como, ha dichiarato: "Con l'attivazione di questi ulteriori due ATM Postamat confermiamo l'impegno a favore dei piccoli Comuni, proseguendo negli interventi mirati a sostegno dei territori meno densamente popolati."

Disponibili sette giorni su sette ed in funzione 24 ore su 24, gli ATM Postamat consentono di effettuare operazioni di prelievo di denaro contante, interrogazioni su saldo e lista dei movimenti, ricariche telefoniche e di carte Postepay, accanto al pagamento delle principali utenze e dei bollettini di conto corrente postale.

I nuovi Postamat di ultima generazione possono essere utilizzati dai correntisti BancoPosta titolari di carta Postamat-Maestro e dai titolari di carte di credito dei maggiori circuiti internazionali, oltre che dai possessori di carte Postepay. Gli sportelli sono anche dotati di monitor digitale ad elevata luminosità e di dispositivi di sicurezza innovativi, tra i quali una soluzione anti-skimming capace di prevenire la clonazione di carte di credito e un sistema di macchiatura delle banconote.

L’installazione è parte del programma di impegni assunti da Poste Italiane per i Comuni italiani con meno di 5mila abitanti ed è coerente con la presenza capillare di Poste Italiane sul territorio e con l’attenzione che da sempre l’Azienda riserva alle comunità locali e alle aree meno densamente popolate.

Questa iniziativa segna una nuova tappa nel dialogo e nel confronto e avvicina ancora di più Poste Italiane al territorio, lungo un percorso fatto di impegni reali, investimenti e opportunità concrete, al servizio della crescita economica e sociale del Paese.

L'iniziativa è coerente con i principi ESG sull'ambiente, il sociale e il governo di impresa, rispettati dalle aziende socialmente responsabili, che contribuiscono allo sviluppo sostenibile del Paese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, anche Natale e capodanno in casa: ristoranti chiusi, il nuovo Dpcm cambia direzione

  • Como, litiga con la moglie e cammina per 450 chilometri per smaltire la rabbia

  • Lockdown di Natale: dal 20 dicembre al 10 gennaio tutti a casa

  • Zona arancione, cosa si può fare a Como da domenica 29 novembre

  • Allarme al Sant'Anna, 3 bambini colpiti dalla sindrome di Kawasaki. Forse correlazione con covid

  • Como in zona arancione da domani o dal 4 dicembre? Ma cambia poco

Torna su
QuiComo è in caricamento