menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Petit Chateau, il vecchio rudere cerca nuovo proprietario

Trattativa complessa ma interesse diffuso anche dalla Svizzera

Non c'è dubbio che il turismo a Como sia in costante crescita. Stagione dopo stagione si registrano infatti dati sempre più incoraggianti. Ne sono dimostrazione le nuove strutture in arrivo come l'albergo di via Manzoni, il prestigioso Hotel Hilton di via Borgovico e anche il frizzante Ostello Bello di viale Rosselli che già da qualche mese ha portato una ventata di freschezza in città.

In mezzo a tutto questo fiorire di nuove attività, si erge da anni in tutta la sua fatiscenza il Petit Chateau di viale Innocenzo, a due passi dalla stazione San Giovanni ma anche a pochi metri dal centro storico, ingresso via Garibaldi. Più che un piccolo castello sembra ormai un grande rudere che ancora fatica a trovare un acquirente. Una vicenda che si trascina da anni senza trovare una soluzione definitiva. Diventato per lungo tempo dimora di molti senzatetto, l'hotel era stato poi sgomberato dalla Polizia e messo in sicurezza dai propietari. Lo stato odierno del Petit, che non lascia molto spazio alle fantasie, è quello di totale abbandono mostrato dalle foto della nostra gallery acquisita in questi giorni. 

Di fatto il vecchio albergo è nelle disponibilità dell'agenzia Global Lario di Como, il responsabile, Davide Furnari, non si sbottona troppo per questioni di privacy, ma qualcosa riusciamo a sapere: «C'è molto interesse per la struttura e sulla scrivania abbiamo diverse richieste. Non è una trattativa immobiliare semplice anche perchè il Petit Chateau si affaccia su due arterie e vista la posizione non sono consentiti ampliamenti strutturali». C'è interesse a rilevare l'albergo per farne qualcosa di diverso? «Sì, anche semplicemente per trasformarlo in uffici. Ma non credo, vista anche l'importanza delle opere di ristrutturazione che andranno compiute, che si possa concludere qualcosa nel breve. Come minimo ci vorranno  mesi». Ci sono richieste anche dall'estero? «Sì, certo, soprattutto dalla Svizzera». Ma quanto costa il Petit Chateau? «Non posso dire la cifra esatta richesta dalla proprietà ma sicuramente siamo sopra il milione di euro». 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Le 5 camminate più belle sul Lago di Como

social

Lago di Como, cinque trattorie all'aperto con vista mozzafiato

social

I 10 migliori rifugi sul Lago di Como

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento