Lunedì, 20 Settembre 2021
Economia

"Obiettivo: Como zona a burocrazia zero"

Le imprese comasche che fuggono in Svizzera. E' stato questo il tema al centro della riunione del Tavolo della Competitività che si è svolto questa mattina a Villa Erba. Tutte le forze economiche e le associazioni di categoria del territorio di...

Le imprese comasche che fuggono in Svizzera. E' stato questo il tema al centro della riunione del Tavolo della Competitività che si è svolto questa mattina a Villa Erba. Tutte le forze economiche e le associazioni di categoria del territorio di Como e provincia, compreso i rappresentanti comaschi in Regione e Parlamento, hanno sottoscritto un documento con il quale innanzitutto prendono atto che la Svizzera è diventata un territorio appetibile per le imprese comasche, non solo per le minori tasse ma anche per le procedure assai più snelle per aprire nuove attività. Il documento, inoltre, chiede "un intervento urgente e straordinario delle Istituzioni nazionali e regionali che parta dal riconoscimento delle peculiarità indiscutibili di un "territorio di confine" come quella comasca".

L'obiettivo da perseguire è quello dell'istituzione di una "zona a burocrazia zero" nell'intera fascia confinaria italo?elvetica, al fine di favorire la competitività e la permanente localizzazione delle imprese già presenti e di stimolare l'attrazione di nuovi investimenti e insediamenti produttivi. A questo fine, il Tavolo per la Competitività e lo Sviluppo chiede ai Parlamentari comaschi di individuare e sostenere congiuntamente i percorsi normativi più idonei per garantire il perseguimento degli obiettivi individuati, anche a partire dalle opportunità già offerte dalle normative in vigore, quali ad esempio quelle previste, da ultimo, dalla Legge Finanziaria per il 2008 che prevede l'istituzione e la possibilità di concedere specifiche agevolazioni alle "zone franche urbane". Ai consiglieri regionali il Tavolo chiede di adoperarsi congiuntamente nelle sedi ed ai propri livelli di competenza al fine di promuovere le iniziative legislative ed amministrative più opportune per sostenere la presente decisione del "Tavolo",

a partire dall'inserimento di tali obiettivi tra le priorità del Piano Regionale di Sviluppo di prossima approvazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Obiettivo: Como zona a burocrazia zero"

QuiComo è in caricamento