Da Moreno, in crisi la catena dello shopping low cost: timore per i dipendenti di Olgiate e Vertemate

Spunta l'ipotesi consorzio italo-cinese

“Vai da, vai da Moreno, dove tutto costa meno!” è il jingle forse più conosciuto tra la provincie di Como e Varese. Moreno è stato da sempre il simbolo dello shopping low cost, il negozio super generalista per eccellenza, dove puoi trovare davvero di tutto a prezzi iper convenienti. Adesso, per la prima volta in vent'anni, pare esserci aria di crisi. Toccati sono i punti vendita della Lombardia, per cui ovviamente Olgiate Comasco - che con i suoi 2000 mq di esposizione è il più grande della catena - e Vertemate con Minoprio, e  quelli del Piemonte, mentre non destano preoccupazione i negozi del Canton Ticino che appartengono a una società diversa.

A parlare è la Filcams Cgil, che racconta come i dipendenti, pur avendo ricevuto regolarmente tredicesima e quattordicesima non hanno ancora in tasca lo stipendio di gennaio. Inizialmente l’ammanco sembrava contingente: l'azienda aveva fatto alcuni investimenti di cui ancora non si vedevano i frutti. Ma con il tempo è stato chiaro per il sindacato che la situazione andava peggiorando e l'evidenza è arrivata dalla chiusura del negozio di Gallarate, aperto soltanto a novembre. Uno dei due fondatori, Alessio Ariotto, fa sapere che non confermerà né smentirà alcuna voce, ma intanto il sito VareseNews raccoglie la testimonianza di chi avrebbe visto manager orientali visitare alcuni dei negozi. Sarebbero, sempre secondo il sito varesino, i portavoce di un consorzio italo-cinese. Soluzione che non risulta troppo sgradita ai dipendenti, soprattutto se l'alternativa fosse quella della consegna dei libri in tribunale.

Intanto i prodotti cominciano a scarseggiare sugli scaffali, soprattutto mancano in toto alcuni marchi, il che sembrerebbe confermare una scarsa fiducia dei fornitori nei confronti della catena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Ruffini, presidente di Moncler a Fontana: "Ridateci i milioni donati per la Fiera"

  • Ecco cosa cambia se Como entra in zona arancione

  • Cantù, Lidl chiuso fino al 29 novembre per aver violato il Dpcm. Le scarpe non c'entrano nulla

  • Como, chiuso il bar Mitico: multati anche i clienti che consumavano sul posto cibi e bevande

  • Deserto Malpensa: le surreali immagini di un viaggio da Como ad Addis Abeba

  • Valduce, la ragazza sul tetto dell'auto che cerca la mamma

Torna su
QuiComo è in caricamento