Economia

Massaggiatori, a Como e provincia 1 su 10 è abusivo

A Como e provincia un operatore su 10 nel settore del benessere è abusivo. Lo denuncia Confartigianato Benessere di Como la cui presidente, Ornella Gambarotto, ha spiegato: "Solo in provincia di Como il fenomeno dell’abusivismo praticato nelle...

50X70.eps

A Como e provincia un operatore su 10 nel settore del benessere è abusivo. Lo denuncia Confartigianato Benessere di Como la cui presidente, Ornella Gambarotto, ha spiegato: "Solo in provincia di Como il fenomeno dell'abusivismo praticato nelle attività del benessere, come acconciatura, estetica, massaggi, sta assumendo una dimensione preoccupante. Nell'ultimo anno, il nostro centro studi ha stimato che il tasso di irregolarità del lavoro nel settore acconciature ed estetica è salito al 9,5% alimentando così la concorrenza sleale nel settore con un impatto complessivo che supera un volume d'affari di quasi 10 milioni di euro".

"Il comparto che, specialmente nel periodo estivo soffre di più questa condizione, è proprio quello dei massaggiatori ambulanti nelle spiagge italiane - afferma Marusca Nava presidente delle estetiste comasche che rappresentano oltre 300 saloni attivi in provincia. Il costo molto basso di questi massaggi induce spesso a cedere alla tentazione, senza che tuttavia vi sia una corretta percezione del fatto che ogni attività, comunque denominata, può avere effetti diretti sulla salute, può essere svolta solo da operatori in possesso di adeguata e comprovata preparazione e competenza. In buona sostanza va considerato che, nell'esecuzione dell'attività l'igiene personale dell'operatore e in particolare, l'igiene delle mani è fondamentale per prevenire la trasmissione di infezioni cutanee, quali, ad esempio verruche e dermatofitosi. Inoltre vengono spesso utilizzati oli, pomate, creme, unguenti ed altri prodotti la cui composizione e la cui origine non sono note e che potrebbero generare patologie della pelle".

"In questo pericoloso panorama - concludono Gambarotto e Nava - riteniamo opportuno lanciare un appello a tutti i consumatori a valutare attentamente la pericolosità di queste attività svolte abusivamente e prive di controlli ai quali invece i luoghi specializzati sono sottoposti, insieme alla garanzia di professionalità e competenza che quotidianamente offriamo nei nostri saloni di bellezza e cura del corpo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Massaggiatori, a Como e provincia 1 su 10 è abusivo

QuiComo è in caricamento