La guerra per il Lido di Villa Olmo non è finita

La Sport Management impugna l'annullamento dell'aggiudicazione definitiva

Nevica e fa freddo, ma c'è chi già pensa alla stagione calda: sono i ciontendenti per la gestione del Lido di Villa Olmo. Come è noto recentemente il Comune ha annullato l'aggiudicazione definitiva della struttura balneare alla veronese Sport Management, dopo l'obiezione dei vecchi gestori che, dopo avere perso il bando, hanno fatto notare come la Sport Management al momento del bando per la concessione avesse riportato una condanna in primo grado per turbativa d'asta (ribaltata in appello con assoluzione piena solo alcuni mesi dopo l'aggiudicazione).

Insomma, la tesi degli storici gestori Giorgio Porta e Maurizio Locatelli, è che la Sport Management non abbia reso nota al Comune tale condanna. Tale obiezione era stata espressa ai tempi della giunta Lucini ma l'amministrazione aveva proceduto ugualmente con l'assegnazione definitiva. Sotto la giunta Landriscina, però, gli uffici hanno deciso di annullare l'aggiudicazione accogliendo, di fatto, l'obiezione degli ex gestori.

La Sport Management, però, ha fatto sapere che: "L'atto del Comune di Como sarà impugnato, perché assolutamente arbitrario: l’Amministrazione  ha travisato una dichiarazione rilasciata in sede di gara in merito ad una condanna, poi cancellata in Appello con una sentenza di assoluzione piena".

In realtà la battaglia legale tra ex gestori e Sport Management corre sui due binari. Il primo, come detto, è quello relativo alla condanna in primo grado per turbativa d'asta, per il quale si dovrebbe esprimere il Tar il 5 aprile (per dire se l'aggiudicazione definitiva sia o meno legittima nonostante l'azienda non avesse comunicato quella condanna); il secondo binario riguarda una serie di questioni tecniche e amministrative più complesse 8che riguardano la fattispecie dei beni demaniali) che ha visto la Sport Management vincere su tutta la linea prima davanti al Tar e poi davanti al Consiglio di Stato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In ogni caso la battaglia non è finita e la vicenda può riservare ancora qualche sorpresa: riusciranno gli ex gestori Giorgio Porta e Maurizio Locatelli e "riprendersi" il lido che gestivano dal lontano 1981? E soprattutto, il lido di Villa Olmo riuscirà ad aprire i battenti e a tornare a essere "il mare dei comaschi" nella prossima stagione estiva?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gemelli uccisi, al funerale la lettera della madre e 'Un senso' di Vasco Rossi per l'ultimo straziante saluto

  • E' morto l'uomo ghepardo di Como

  • Como cancella l'Iva e diventa un Duty Free a cielo aperto. Obiettivo: attrarre gli stranieri

  • Statale Regina: multe salatissime e ritiro immediato del mezzo per chi circola senza assicurazione

  • Multa fino a 1.500 euro per chi pesca un siluro e non lo ammazza

  • Nel cielo di Como lo spettacolo della cometa di Neowise, visibile a occhio nudo

Torna su
QuiComo è in caricamento