Lunedì, 27 Settembre 2021
Economia

Crisi edilizia, appello delle associazioni economiche ai Comuni comaschi: "Siate responsabili"

Le associazioni economiche del territorio si sono unite per sottoscrivere d'intesa un documento che vuole essere un appello alle amministrazioni comunali della provincia di Como. Si tratta di Ance, Confartigianato, Compagnia delle Opere...

Le associazioni economiche del territorio si sono unite per sottoscrivere d'intesa un documento che vuole essere un appello alle amministrazioni comunali della provincia di Como. Si tratta di Ance, Confartigianato, Compagnia delle Opere, Confindustria, CNA, Confcooperative, Confcommercio, Api. Chiedono più responsabilità nelle scelte relative al territorio e in particolare alla pianificazione urbanistica ed edilizia. L'accusa? E', per alcuni Comuni, di avere reso "inedificabili comparti significativi, per dimensione o per numero, del proprio territorio fino a quel momento dotati di una specifica capacità edificatoria". Le associazioni nel documento che ha la veste di lettera aperta spiegano che, sebbene l'esigenza di "tutelare una risorsa non rinnovabile come il territorio" sia una "priorità unanimemente condivisa", "rifuggiamo da approcci massimalisti e intransigenti che non tengono debita considerazione delle necessità delle future generazioni e delle loro esigenze abitative che saranno espresse nei prossimi anni". Qui il testo integrale del documento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi edilizia, appello delle associazioni economiche ai Comuni comaschi: "Siate responsabili"

QuiComo è in caricamento