Economia

Confcommercio Como: appello ai sindaci contro la Tares

Un appello per chiedere ai sindaci e agli amministratori locali di non infierire sulle imprese e sui commercianti con le nuove tariffe Tares. Confcommercio Como ha predisposto una lettera che sarà recapitata nei prossimi giorni. L’incidenza delle...

Un appello per chiedere ai sindaci e agli amministratori locali di non infierire sulle imprese e sui commercianti con le nuove tariffe Tares. Confcommercio Como ha predisposto una lettera che sarà recapitata nei prossimi giorni. L'incidenza delle addizionali regionali e comunali Irpef è quasi triplicata. Per questo il criterio di calcolo della nuova Tares va immediatamente rivisto. E' questo l'appello accorato che Confcommercio Como lancia ai Sindaci del territorio comasco, che in più di un' occasione hanno mostrato sensibilità verso un problema, quello della nuova tassa sui rifiuti, che rischia di soffocare commercianti e famiglie per l'eccessivo peso economico che comportano. "L'appello è rivolto a tutti gli amministratori locali affinché siano solidali con le imprese comasche - afferma Giansilvio Primavesi, presidente di Confcommercio Como - considerata la grave crisi economica e la vulnerabilità delle piccole imprese del terziario, ci auguriamo che le amministrazioni, che in più occasioni hanno manifestato la loro condivisione alle nostre preoccupazioni possano, unirsi all'appello di Confcommercio Como e sappiano impegnarsi nel trovare modalità alternative per recuperare risorse, incidendo in primo luogo sulle voci di spesa e ottimizzando i costi relativi alla raccolta e allo smaltimento dei rifiuti". Secondo Confcommercio la Tares potrebbe causare una "nuova moria di attività commerciali".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confcommercio Como: appello ai sindaci contro la Tares

QuiComo è in caricamento