Economia

Le 'gonne ruffiane' made in Como conquistano New York

Le creazioni di Camilla Di Tacchio stanno avendo successo in tutto il mondo grazie alla loro originalità e a Instagram

Gonne ruffiane, foto da Instagram

Alla scalata al successo delle gonne ruffiane, hanno contribuito vari fattori: le sete e i tessuti del lago di Como, la creatività di Camilla Di Tacchio (creatrice di questi capi d'abbigliamento) e i social network. Una combinazione davvero vincente che in poco tempo ha portato il nome di Como a New York, e non solo.

Anche in pieno lockdown, infatti, sfruttando la vetrina che Instagram può offrire, il prodotto made in Como è stato richiesto da acquirenti in tutto il mondo.

Camilla Di Tacchio, come riportato anche su Il Sole 24 Ore, è una vera artigiana, che confeziona le sue gonne cercando accuratamente i materiali e che ha cominciato a produrle cucendole lei stessa e utilizzando spesso avanzi di produzione di seta, lana o cachemire rigorosamente italiani. 

"La collezione ha cinque modelli di gonne, dalla mezza ruota al tre quarti di ruota, la gonna a portafoglio, a pieghe e quelle con con fiocco in vita".

Nel concept di queste creazioni la parola d'ordine è comodità. Sono capi originali e ne vengono confezionate, di media, 6 a settimana: inizialmente era la stessa Di Tacchio a cucirle, ora ha creato un piccolo laboratorio.

Con Instagram hanno iniziato a fioccare le richieste dall’estero, da New York come da Singapore e dagli Emirati Arabi. 

Un vero successo per il marchio Le Gonne Ruffiane, il cui nome, confida Camilla Di Tacchio al Sole 24 ore, l'ha suggerito sua figlia e si riferisce alla vestibilità delle gonne che, grazie all'utilizzo dell'elastico in vita, possono essere vestite da alemno due taglie.

Creatività, ricerca dei tessuti e dei dettagli e tanta passione: questi gli ingredienti di un successo che parte da Como e sta raggiungendo tutto il mondo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le 'gonne ruffiane' made in Como conquistano New York

QuiComo è in caricamento