Economia

Bonus matrimonio: imprese sì, sposi no. Come funziona e chi può usufruirne

Come fare per richiederlo

Matrimoni (foto repertorio Ansa)

Buone notizie per il reparto wedding e per gli organizzatori di matrimoni: in arrivo un fondo di 60 milioni e sarà a fondo perduto. 

I professionisti del settore wedding (imprese o professionisti con Partita IVA, operanti nel settore della ristorazione collettiva o del wedding) potranno accedere ad un contributo a fondo perduto pari al 30% della differenza tra il reddito 2019 e il reddito 2020. A chi ha aperto l'attività dopo l'1 gennaio 2019, invece, spettano 5mila euro. Come attestare il calo del fatturato? Con un'autocertificazione l'indicazione del proprio codice ATECO.

Non passa, invece, come riportato su Il Sole 24 Ore, lo sgravio per i privati che si sposeranno nel 2021, 2022 e 2023, che, contrariamente a quanto ipotizzato inizialmente, NON  potranno usufruire della detrazione del 25% di quanto speso. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonus matrimonio: imprese sì, sposi no. Come funziona e chi può usufruirne

QuiComo è in caricamento