menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
dav-527

dav-527

Ztl e orari, le richieste di Confcommercio. Primavesi: "Troppa ideologia su auto e bici"

L'arte della diplomazia (politica e oratoria) di antica scuola Dc ha realizzato un mezzo miracolo stamattina nella sede della Confcommercio di Como: permettere all'assessore alla partita, Paolo Frisoni - pur non senza qualche rischio di autogol -...

Per andare subito al sodo, due sono le richieste avanzate formalmente da un Primavesi tonico: ampliare l'orario per le consegne in Ztl dalle 10.30 alle 11, visto che molti negozianti hanno evidenziato come gli esercizi aprano in buona parte verso le 10; e poi ripristinare una limitata possibilità di consegna anche nel primo pomeriggio. In tema di lamentele su punti specifici, molti commercianti hanno protestato per la mole burocratica e lunghezza dei tempi necessari per ottenere permessi speciali (ma motivati) per l'ingresso di mezzi in Ztl, con esempi citati di attese anche oltre i 7 giorni; segnalata da più di un operatore della categoria "pronto intervento" - compresa un'azienda che serve direttamente la Curia - la necessità di vagliare agevolazioni specifiche per questo tipo di attività, poiché il mix pedonalizzazioni e fasce orarie ristrette potrebbe causare seri problemi per l'espletamento dei servizi d'urgenza.

bikesharing-sindaco-gerosaSul versante più generale del doppio tema mobilità e sosta in città, è stato Primavesi a farsi ripetutamente portavoce di quella che è parsa una perplessità diffusa: quella sorta di "avversione ideologica" all'utilizzo dell'auto attribuita all'esecutivo comunale e in particolare agli assessori Daniela Gerosa e Lorenzo Spallino.

"In realtà ho i miei seri dubbi che questa amministrazione, con tutti i guai che ha, possa davvero realizzare il nuovo Piano del traffico - ha affermato il presidente di Confcommercio - Ma comunque voglio precisare che la nostra categoria e la gran parte degli associati non sono affatto contrari in sé alla Ztl e alla realizzazione di un centro più vivibile e turistico. Quello che non ci piace è la convinzione di qualcuno che le macchine siano soltanto un fastidio, che tutti debbano soltanto usare la bicicletta per spostarsi, lavorare, fare acquisti e addirittura che a Como i parcheggi siano addirittura troppi e vadano ancora ridotti. Va benissimo una Como più accogliente anche per i turisti, ma che siano straniere o no, le persone devono comunque potersi anche fermare in città per poterne godere mentre ora sembra quasi che certe idee siano fatte apposta per allontanarle. Il problema non è tanto il costo della sosta nei pressi del centro, ma la carenza reale di posteggi e la visione dell'auto come un nemico da cacciare via. Usare i mezzi privati meglio è giusto, togliere parcheggi senza altre alternative no". Dal canto suo, l'assessore al Commercio Paolo Frisoni - nonostante la riunione sia stata essenzialmente centrata su temi viari non di sua diretta competenza - ha invitato i commercianti "a tenere presente che al momento, soprattutto per quanto riguarda il Piano del traffico, nulla è stato approvato in via definitiva ma è soltanto partito un iter che è ancora lungo. Dunque non ci sono decisioni immutabili né sul lungolago né sul girone o su via Milano e il confronto con le categorie e i cittadini sarà parte del percorso da poco avviato". Sull pedonalizzazioni di alcune vie del centro, l'assessore ha poi ribadito che "questi provvedimenti non sono una nuova delibera di giunta, ma la presa d'atto di scelte già previste 5 anni fa con l'amministrazione precedente. Quel che conta ora è non rendere difficile l'applicazione e anche a questo servono incontri come quello di oggi, dove la collaborazione deve prevalere sulla polemica che non porta a nulla". Infine, rispetto alle doglianze sui tempi lunghi per ottenere permessi per la Ztl, Frisoni ha confermato che "a ottobre entreranno in funzione le nuove telecamere, attendiamo che il ministero omologhi il nuovo sistema. Questo darà un grande aiuto".
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Como, chiuso il supermercato Lidl in via Cecilio

social

Torna il ristorante Dinner in the Sky sul lago di Como

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento