rotate-mobile
Cronaca

Violenza sessuale in treno su un vagone deserto: le grida disperate e la fuga del maniaco

È accaduto sabato sera su un treno Trenord che prestava servizio da Cadorna verso la provincia di Como

Ha urlato con tutte le sue forze la ragazza di 30 anni vittima dell'ennessimo episodio di violenza su un treno. Un vero e proprio film dell'orrore vissuto sabato sera su un treno Trenord che prestava servizio da Cadorna verso la provincia di Como. Una ragazza di 30anni ha subito un atto di violenza sessuale. 

Come riportato anche dai colleghi di MonzaToday,  tutto è successo poco dopo le 20.30, mentre il convoglio arrivava a Milano, dove la vittima doveva scendere. Al telefono con un familiare, la donna si sarebbe alzata per dirigersi verso l'uscita ma sarebbe stata braccata alle spalle da un uomo, che non aveva notato. Improvvisamente, il maniaco avrebbe iniziato ad abusare di lei, strusciando con violenza le sue parti intime contro i glutei della 30enne. 

Quando lei si è girata per difendersi, lui le avrebbe ordinato non reagire, continuando a molestarla. Nonostante lo spavento, la donna è comunque riuscita ad urlare e chiedere aiuto, attirando l'attenzione di altri viaggiatori, che erano in altre carrozze e che sono subito intervenuti. Il primo a prestarle soccorso è stato un capotreno in quel momento fuori servizio, che non è comunque riuscito a bloccare il maniaco, fuggito approfittando dell'apertura delle porte. 

Gli agenti della Polfer, che hanno raggiunto la vittima nella stazione di Bovisa, hanno raccolto la denuncia della donna e potrebbero essere in possesso di elementi molto importanti per avere un primo identikit del violentatore. Sembra ci sia addirittura una foto che lo stesso capotreno avrebbe scattato al fuggitivo con il cellulare. La vittima lo ha descritto come un uomo sui 35, 40 anni, asiatico, calvo, con barba nera e con addosso una tuta blu con strisce bianche e rosse. Gli agenti stanno ora cercando di dargli un nome e un volto. Questo è solo uno degli ultimi episodi di molestie e violenze sui treni. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza sessuale in treno su un vagone deserto: le grida disperate e la fuga del maniaco

QuiComo è in caricamento