Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca Via Napoleona

Como, ragazza violentata e rapinata nel centro massaggi cinese

La donna è riuscita a scappare e a chiedere aiuto: l'uomo è stato arrestato

Foto di repertorio

Una ragazza cinese che lavora al centro massaggi di via Napoleona è stata violentata e rapinata nella serata del 23 febbraio 2019. La giovane si trovava all'interno del centro quando un uomo italiano - I. B. le sue iniziali - di 45 anni, già noto alle forze dell'ordine per comportamenti violenti, è entrato nel negozio intorno alle 20.30.

L'aggressione

L'uomo ha subito estratto un coltello dalla tasca e ha minacciato la donna per farsi consegnare l'incasso (solo 20 euro). Poi l'ha afferrata per i capelli e l'ha portata in una stanza dove l'ha costretta a subire un rapporto sessuale. Grazie a una distrazione dell'aggressore la giovane cinese è riuscita a divincolarsi e a scappare in un'abitazione vicina dove ha chiamato il 112.

L'arresto

Una volante della polizia è giunta sul posto immediatamente ed è riuscita a rintracciare l'aggressore vicino a via Napoleona. L'uomo era ancora mezzo svestito e in mano aveva un paio di forbici con le quali si era ferito da solo. I poliziotti della Questura di Como lo hanno arrestato. Il pm ha disposto la convalida del fermo e l'uomo è stato portato al carcere Bassone di Como dove resterà a disposizione dell'autoriutà giudiziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Como, ragazza violentata e rapinata nel centro massaggi cinese

QuiComo è in caricamento