Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca

Non via Indipendenza ma via Rienza. Strada sbagliata, l'ambulanza arriva dopo tre quarti d'ora

La colpa non si può dire che sia dell'operatore che ha raccolto la chiamata. Dall'altra parte del telefono un uomo chiedeva aiuto, ma parlava in modo molto confuso. Alla fine l'operatore del 118 invia un'ambulanza in codice giallo per...

La colpa non si può dire che sia dell'operatore che ha raccolto la chiamata. Dall'altra parte del telefono un uomo chiedeva aiuto, ma parlava in modo molto confuso. Alla fine l'operatore del 118 invia un'ambulanza in codice giallo per soccorrerlo. I volontari della Croce Rossa arrivano in via Indipendenza, nel centro storico di Como, ma il civico segnalato non esiste. I soccorritori passano al setaccio tutta la strada (le foto sono state scattate questa mattina poco prima delle 9) ma proprio non si riesce a capire quale possa essere lo stabile dove c'è la persona bisognosa d'aiuto. Riescono a contattare l'uomo e gli chiedono, se possa affacciarsi o se riesca a scendere in strada con le sue forze. L'uomo scende in strada ma non vede nessun soccorritore e i soccorritori non vedono lui. Cosa succede? Non se ne viene a capo. Intanto il tempo passa, l'uomo sta male ma nessuno lo soccorre. Dopo quasi tre quarti d'ora il 118 riceve la provvidenziale segnalazione della polizia: una pattuglia delle volanti si è appena fermata in via Rienza (sempre a Como ma a 4 chilometri di distanza) per soccorrere un uomo in stato confusionale (non si esclude lo stato di ebbrezza). I volontari del croce rossa risalgono sull'ambulanza e ripartono a sirene spiegate. Giungono in via Rienza dove soccorrono l'uomo e lo trasportano all'ospedale Sant'Anna di San Fermo della Battaglia. E' passata oltre un'ora ma alla fine l'uomo è nelle buone mani dei medici. Se la caverà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non via Indipendenza ma via Rienza. Strada sbagliata, l'ambulanza arriva dopo tre quarti d'ora

QuiComo è in caricamento