rotate-mobile
Cronaca

Valanga sulla Marmolada, 6 morti e 8 feriti. Donna di Como ricoverata a Trento

Attivato un numero di telefono per segnalazioni o richieste di informazioni

6 morti e 8 feriti. Questo il drammatico (e provvisorio) bilancio dopo la tragedia sulla Marmolada. Domenica 3 giugno intorno alle 13.45 una formazione a guglia, tipica dei ghiacciai, è crollata dalla sommità. Tanti i video del crollo girati da escursionisti che sono scampati alla tragedia e che stanno circolando sui social. Proprio ieri, domenica 3 luglio è stato raggiunto il record della temperatura in vetta nelle ore dove si è staccata la valanga: c'erano 10.3 gradi centigradi. Questa temperatura è stata registrata alle 14.

"Purtroppo con eventi del genere è difficile pensare di trovare dei sopravvissuti". Poche speranze dal Soccorso alpino di trovare altre persone in vita tra quelle coinvolte nella valanga di domenica 3 luglio, sulla Marmolada. Alla sera di domenica sono 6 le vittime accertate (di cui però non sono ancora state rese note le generalità), 8 i feriti (2 molto gravi) e almeno una decina i dispersi. 

Nella notte tra il 3 e il 4 luglio (anche se le ricerche sono state sospese intorno alle 21 di ieri), i sopralluoghi della protezione civile del Trentino sono andati avanti con l'aiuto dei droni dei vigili del fuoco e del soccorso alpino. Si cercano inoltre di identificare i proprietari delle 16 auto nei parcheggi prima dei sentieri dell'area.  

Per segnalazioni o richieste di informazioni - esclusivamente da parte di familiari di eventuali persone disperse - la Provincia autonoma di Trento ha attivato il numero di telefono 0461.495272 (gli operatori rispondono 24 ore su 24).

30enne di Como ricoverata a Trento

Tra i feriti, come riportano i colleghi di TrentoToday, ci sono due persone ricoverate al Santa Chiara di Trento, una donna di 51 anni di Como e una 26enne di Pergine. Altre due turisti stranieri sono stati ricoverati a Belluno, uno intubato a Treviso. Una persona è stata trasportata a Bolzano e altre due si trovano all'ospedale di Cavalese.

La procura di Trento apre un fascicolo per disastro

Dalla procura di Trento è stato aperto un fascicolo sul crollo del seracco in cima alla Marmolada. A renderlo noto è stata l'Ansa. Il reato ipotizzato, a carico di ignori, è disastro colposo. Ad occuparsi delle indagini, con il procuratore Sandro Raimondi, è il pm Antonella Nazzaro. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valanga sulla Marmolada, 6 morti e 8 feriti. Donna di Como ricoverata a Trento

QuiComo è in caricamento