menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spaccio di cocaina in una pizzeria di Cavallasca: arrestato il rapper Sciglio MC

Trovato in possesso di 50 grammi di cocaina e 5 grammi marijuana. Denunciato il gestore del locale

Detenzione di cocaina ai fini di spaccio: è l'accusa con la quale gli uomini della Squadra Mobile di Como hanno arrestato il rapper Sciglio Mc. L'arresto è avvenuto a seguito di un bltiz in una pizzeria di Cavallasca (Frazione di San Fermo della Battaglia) dove gli agenti avevano notato un intenso via vai di clienti che entravano e uscivano senza avere fatto alcun acquisto.
Il blitz è scattato nel pomeriggio del 9 settembre. Nel locale i poliziotti hanno trovato il rapper insieme al gestore dell’esercizio commerciale, un uomo del 1967, anche lui come il cantante già noto alle forze dell'ordine. Alle domande dei poliziotti in merito a quanto notato, entrambi rispondevano in maniera evasiva ed il rapper giustificava la propria presenza nel locale sostenendo di lavorare lì come pizzaiolo. Visto l’atteggiamento sospetto di entrambi gli agenti hanno deciso di eseguire una perquisizione personale rinvenendo cosi, celati all’interno di un pacchetto di sigarette del rapper tre involucri contenenti circa 4 grammi di cocaina e un involucro contenente circa 5 grammi di marijuana, mentre il gestore della pizzeria nascondeva in un pacchetto di sigarette qualche “pallina” di cocaina.

Alla luce di questi elementi gli agenti hanno, quindi, esteso la perquisizione anche alle abitazioni dei due rinvenendo a casa del cantante un barattolo contenente circa 45 grammi di cocaina, un bilancino elettronico e dei rotolini per il confezionamento delle dosi oltre a circa 900 euro in banconote di diverso taglio. Presso l’abitazione del gestore della pizzeria gli agenti hanno rinvenuto, invece, un’altra “pallina” di cocaina.
Entrambi sono stati accompagnati in Questura e il rapper, che annovera a suo carico anche precedenti per rissa, è stato arrestato per detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente (cocaina e marijuana) e condotto al carcere Bassone di Como. Il gestore del locale è stato invece denunciato in stato di libertà per le dosi di sostanza stupefacente trovate in suo possesso.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Nuovo Decreto Draghi, prevale la linea dura fino al 31 luglio: le regole

Coronavirus

Arriva il passaporto vaccinale europeo, ecco come funziona

Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Covid a Como, i dati del 22 aprile 2021: 208 nuovi casi

  • Cronaca

    Como, ragazza ubriaca soccorsa d'urgenza davanti all'hangar

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento