Turate, gli chiedono i documenti ma scappa e aggredisce i carabinieri: arrestato spacciatore

In manette un marocchino di 25 anni irregolare e senza fissa dimora

Repertorio

Gli hanno chiesto i documenti ma lui, un marocchino di 25 anni irregolare in Italia e senza fissa dimora, ha dato in escandescenze, scagliandosi con violenza contro i carabinieri. Bloccato e perquisito, si è rivelato anche essere uno spacciatore. E' stato arrestato a Turate.

I fatti

L'episodio è successo martedì 26 giugno 2018 nel corso di un controllo dei carabinieri nell'area boschiva di Turate, quella che costeggia la Strada Provinciale 33, finalizzato alla repressione e al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti. I militari hanno chiesto i documenti all'uomo, A.S. le sue iniziali, per poterlo identificare. Il 25enne ha subito iniziato a dare in escandescenza, rifiutandosi di fornire generalità e documenti di riconoscimento e ha tentato la fuga. Immediatamente bloccato, ha continuato ad opporre resistenza usando violenza contro i carabinieri che però sono riusciti a neutralizzarlo definitivamente.
I militari li hanno poi perquisito: addosso gli hanno trovato un appunto manoscritto relativo alle cessioni di sostanza stupefacente e 90 euro provento di attività illecita, il tutto posto in sequestro penale.
L'uomo è stato indicato da assuntori della zona come spacciatore: è stato quindi denunciato in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L'arresto

Il 25enne è stato arrestato in flagranza per il reato di resistenza, violenza a pubblico ufficiale e lesioni personali. E' stato anche indicato da assuntori della zona come spacciatore e quindi denunciato in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L'uomo è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Stazione di Turate, in attesa di giudizio celebrato nella giornata di mercoledì 27 giugno. All’esito dell’udienza, per il giovane, che ha ottenuto i termini a difesa, è stata emessa la misura della custodia cautelare in carcere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un episodio analogo a quanto successo qualche settimana fa a Locate Varesino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sesso in barca sul Lago di Como: il video diventa virale

  • La bellissima figlia di Monica Bellucci, a Bellagio per uno spot, incanta il lago di Como

  • Matteo, giovane e coraggioso imprenditore: sceglie Como per il nuovo negozio che personalizza scarpe

  • A 84 anni Giovanni va in pensione: senza di lui il bar della dogana chiude per sempre

  • Si tuffa ma non riemerge: ragazzo annegato a Faggeto Lario

  • Bisogna davvero aspettare 3 ore dopo aver mangiato per poter fare il bagno nel lago?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
QuiComo è in caricamento