Turate, gli chiedono i documenti ma scappa e aggredisce i carabinieri: arrestato spacciatore

In manette un marocchino di 25 anni irregolare e senza fissa dimora

Repertorio

Gli hanno chiesto i documenti ma lui, un marocchino di 25 anni irregolare in Italia e senza fissa dimora, ha dato in escandescenze, scagliandosi con violenza contro i carabinieri. Bloccato e perquisito, si è rivelato anche essere uno spacciatore. E' stato arrestato a Turate.

I fatti

L'episodio è successo martedì 26 giugno 2018 nel corso di un controllo dei carabinieri nell'area boschiva di Turate, quella che costeggia la Strada Provinciale 33, finalizzato alla repressione e al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti. I militari hanno chiesto i documenti all'uomo, A.S. le sue iniziali, per poterlo identificare. Il 25enne ha subito iniziato a dare in escandescenza, rifiutandosi di fornire generalità e documenti di riconoscimento e ha tentato la fuga. Immediatamente bloccato, ha continuato ad opporre resistenza usando violenza contro i carabinieri che però sono riusciti a neutralizzarlo definitivamente.
I militari li hanno poi perquisito: addosso gli hanno trovato un appunto manoscritto relativo alle cessioni di sostanza stupefacente e 90 euro provento di attività illecita, il tutto posto in sequestro penale.
L'uomo è stato indicato da assuntori della zona come spacciatore: è stato quindi denunciato in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L'arresto

Il 25enne è stato arrestato in flagranza per il reato di resistenza, violenza a pubblico ufficiale e lesioni personali. E' stato anche indicato da assuntori della zona come spacciatore e quindi denunciato in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L'uomo è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Stazione di Turate, in attesa di giudizio celebrato nella giornata di mercoledì 27 giugno. All’esito dell’udienza, per il giovane, che ha ottenuto i termini a difesa, è stata emessa la misura della custodia cautelare in carcere.

Un episodio analogo a quanto successo qualche settimana fa a Locate Varesino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dieci gite in giornata a partire da Como: una mini-guida per non restare a corto di idee

  • Nuova stella Michelin per Vincenzo Guarino de L'aria di Blevio

  • Cosa fare in settimana a Como: 7 appuntamenti per 7 giorni

  • I 10 migliori eventi del weekend a Como e sul lago

  • I 6 negozi dove acquistare le più belle decorazioni per Natale

  • Evasione e frode fiscale nei rally: tre società nei guai per 12 milioni di euro di false fatture

Torna su
QuiComo è in caricamento