Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

In vacanza a Rimini, ragazzo comasco rapinato in discoteca: arrestata banda

Tre giovani specializzati in furti di catenine e preziosi sulla pista da ballo

Una tecnica ad hoc, quella messa a punto da tre ragazzini tutti residenti a Novara e in vacanza a Rimini, per rapinare i propri coetanei in discoteca. A finire nei guai sono stati un 18enne e un 20enne, originari del Marocco ma cittadini italiani, e un 17enne marocchino arrestati, nella notte tra mercoledì e giovedì dai carabinieri della Stazione di Miramare. I militari dell'Arma, infatti, erano in servizio in un noto locale da ballo sulla Statale Adriatica quando, nel corso della notte, si sono resi conto che dei giovani avventori erano stati rapinati di catenine e braccialetti d'oro. In particolare una delle vittime, un 20enne milanese, aveva raccontato di essere stato avvicinato dal terzetto e, mentre due lo spintonavano, il terzo era riuscito a sottrargli la collanina per poi sparire tra la folla. Il giovane, tuttavia, è stato in grado di fornire una buona descrizione degli autori e, allo stesso tempo, indicarli ai carabinieri in borghese che si trovavano nella discoteca. I militari dell'Arma hanno iniziato a tenere sotto controllo il trio di nordafricani fino a quando sono nuovamente entrati in azione e, con la stessa tecnica, hanno strappato un'altra catenina a un 18ene di Como. Lo ha strattonato, derubato e spinto a terra. La fuga dei giovani delinquenti, però, è durata poco..

I carabinieri li hanno bloccati con le mani nel sacco tanto che, il 17enne, ha cercato di disfarsi del monile appena strappato ma ogni tentativivo si è dimostrato vano. La successiva perqusizione ha permesso di trovare nelle tasche del 18enne sia la catenina d'oro strappata al milanese che altri braccialetti e monili frutto di altri colpi all'interno della discoteca. Tutti e tre sono stati arrestati con l'accusa di rapina improria e portati in caserma. Mentre il minorenne è stato trasferito a Bologna a disposizione del Tribunale dei Minori, i due maggirenni sono stati trattenuti in camera di sicurezza e processati per direttissima venerdì mattina. Il giudice, dopo aver convaldiato il fermo, li ha rilasciati con la misura cautelare del divieto di dimora dalla Provincia di Rimini, in attesa della prossima udienza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In vacanza a Rimini, ragazzo comasco rapinato in discoteca: arrestata banda

QuiComo è in caricamento