Polizia impegnata nel comasco contro furti, spaccio, prostituzione, immigrazione clandestina

L'operazione in tutta la provincia. Controlli su strade e nei locali

A quasi un anno dalla sua attuazione, continua a dare risultati l’attività straordinaria di controllo del territorio, avviata dal prefetto di Como Ignazio Coccia, già dal novembre dell'anno passato. Lo scopo è quello di prevenire i principali fenomeni criminali che si realizzano sul territorio comasco, con particolare attenzione a quelli che preoccupano di più i cittadini, quindi i reati di furto, contro la persona o contro le abitazioni, lo spaccio di droga, la prostituzione e il controllo della regolarità dei cittadini stranieri sul territorio italiano.

Anche nella settimana che si va concludendo, quella dal 12 al 18 ottobre, la polizia di Como ha continuato a effettuare controlli, e con lei hanno collaborato il Reparto di prevenzione del crimine della Polizia di Stato, la Compagnia di intervento operativo dell'Arma dei Carabinieri e il Reparto di pronto impiego e antiterrorismo della Guardia di Finanza. Anche la Polizia Stradale e quella Locale sono state coinvolte nelle operazioni e ovviamente spesso sono stati utilizzati cani dell'unità cinofila.

I comuni interessati da questo servizio sono stati veramente tanti, soprattutto i più popolosi della provincia, come Erba, Cantù, Olgiate, Mozzate, Fino Mornasco e molti altri. L'operazione è stata condotta a partire dal pattugliamento delle principali vie di collegamento e delle aree storicamente maggiormente interessate dai fenomeni criminali. Sono stati prevalentemente controllati i veicoli in transito, ma anche gli esercizi pubblici.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Durante questa settimana sono state rilevate infrazioni stradali, adottati 7 provvedimenti di espulsione con ordine di abbandono del territorio dello Stato per cittadini stranieri non in regola col permesso di soggiorno; la polizia ha poi arrestato due persone: una per detenzione di stupefacenti e l'altra per resistenza. Altri tre soggetti sono stati segnalati all'autorità per possesso di stupefacenti per uso personale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gemelli uccisi, al funerale la lettera della madre e 'Un senso' di Vasco Rossi per l'ultimo straziante saluto

  • E' morto l'uomo ghepardo di Como

  • Tragedia in Valchiavenna, 37enne di Mariano Comense precipita in un dirupo e muore

  • Stipendi in Ticino: un commesso guadagna in media 5mila franchi, un'ostetrica fino a 8mila

  • Multa fino a 1.500 euro per chi pesca un siluro e non lo ammazza

  • I 7 punti panoramici dove vedere il Lago di Como

Torna su
QuiComo è in caricamento