Cronaca

No al pedaggio, ci sono anche Cantù e Fino: "No al balzello senza secondo lotto"

Vengono da Cantù e Fino Mornasco i primi due cannonegiamenti contro il diniego totale del governatore della Lombardia, Roberto Maroni, sull'eliminazione del pedaggio per la Tangenziale dimezzata di Como. Assieme al gruppo già noto di...

Alberto Gaffuri e la carica dei sindaci: maxi-mobilitazione contro il pedaggio in Tangenziale

Vengono da Cantù e Fino Mornasco i primi due cannonegiamenti contro il diniego totale del governatore della Lombardia, Roberto Maroni, sull'eliminazione del pedaggio per la Tangenziale dimezzata di Como. Assieme al gruppo già noto di amministratori di maggioranza e/o opposizione diffuso tra i comuni di Villa Guardia, Casnate, Grandate, Montano Lucino, Figino Serenza, Senna Comasco, Lipomo, Tavernerio, i sindaci Claudio Bizzozero e Beppe Napoli, uniti dall'esperienza della lista territoriale "Provincia Civica", si schierano apertamente con il vasto fronte trasversale di amministratori che chiede alla Regione di bloccare l'introduzione del balzello previsto dal primo novembre.

bizzozero-pile-1"Dopo settimane passate a promettere che la tangenziale di Como sarebbe stata gratuita - sbotta Bizzozero - ieri Maroni (presente a Cernobbio per l'annuale incontro organizzato dalla Fondazione Ambrosetti) ha finalmente tolto la maschera annunciando che al contrario, in realtà, la tangenziale sarà invece a pagamento.

Ancora una volta (come sempre) la Lega, il partito che doveva restituirci i soldi levati dalle nostre tasche da "Roma ladrona", si conferma in realtà di essere ancora più ladrona di Roma. Ormai se ne sono accorti tutti, a parte i fedelissimi sostenitori legaioli che, nonostante tutto, continuano ad intonare il consueto unanime coro di sempre: grazie Lega. Grazie di che? Non si sa! Ma comunque: grazie. A prescindere, come direbbe Totò". Sulla stessa linea anche il primo cittadino di Fino Mornasco, Giuseppe Napoli.

"L'amministrazione di Fino Mornasco - afferma il sindaco - si unisce al coro di protesta contro il pedaggio della tangenzialina comasca, chiedendo che venga mantenuto il passaggio gratis da Villa Guardia ad Albate (e ritorno), almeno fino al completamento del secondo lotto. Fino Mornasco, cittadina alle porte di Como, già assediata dal traffico, vedeva con favore la realizzazione della strada, nella speranza che si potesse avere un miglioramento della viabilità: ad oggi ancora non vi è stato, per ragioni di tempo presumibilmente (molti automobilisti e conducenti di mezzi pesanti non conoscono neppure il tracciato!). Rendere la tangenziale a pagamento significherebbe non averla!".

redazione@comozero.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No al pedaggio, ci sono anche Cantù e Fino: "No al balzello senza secondo lotto"

QuiComo è in caricamento