Cronaca Strada Statale 340

Una giovane vita spezzata nella notte: abitava a Grandola ed Uniti

Aveva 20 anni: sedeva sul sedile posteriore quando è avvenuto lo schianto

M. P. e i suoi due amici tornavano a casa dopo avere trascorso una serata in compagnia. La BMW sulla quale viaggiavano stava percorrendo la Statale Regina da Dongo in direzione Menaggio. L'amico che guidava ha perso il controllo dell'auto in corrispondenza di una curva a San Siro. La macchina si è schiantata contro un muro e M., che sedeva sul sedile posteriore è stato sbalzato in avanti. Non aveva le cinture allacciate e l'urto gli è stato fatale. E' morto sul colpo. Potrebbe darsi che stesse anche dormendo e che non abbia fatto in tempo a rendersi conto di quello che stava succedendo. Una magrissima consolazione che non pùò alleviare il dolore dei genitori, titolari di un locale abbastanza noto a Grandola ed Uniti, dove il ragazzo abitava.
Un amico è riuscito a trascinarsi fuori dall'auto ma poi ha perso i sensi. E' stato soccorso e trasportato in codice rosso all'ospedale. Anche per l'altro amico si è reso necessario il trasporto in ospedale in codice rosso sebbene non sembra che abbia mai perso conoscenza. 

Ora spetterà ai carabinieri della compagnia di Menaggio ricostruire l'accaduto e determinare la dinamica del tragico incidente.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una giovane vita spezzata nella notte: abitava a Grandola ed Uniti

QuiComo è in caricamento