Cronaca

L'addio ad Alberto e Antonio, in mille ai funerali

I compagni di classe di Alberto Micciché sono entrati in chiesa con rose bianche e letterine per ricordare e compiangere il loro amico di 10 anni scomparso prematuramente nell'incidente di sabato scorso a Lierna. I dipendenti di Anotnio Nicotera...

I compagni di classe di Alberto Micciché sono entrati in chiesa con rose bianche e letterine per ricordare e compiangere il loro amico di 10 anni scomparso prematuramente nell'incidente di sabato scorso a Lierna. I dipendenti di Anotnio Nicotera (39 anni di Valbrona), anche lui morto nell'incidente (viaggiava sullo stesso furgone di Alberto che si è schiantato contro il guardrail) hanno presenziato in tuta gialla, la stessa che usavano per lavorare nell'impresa di pulizia di Antonio. Ai funerali delle due vittime, ieri ad Asso, erano presenti oltre mille persone. Nelle letterine dei compagni del piccolo Alberto sono stati scritti tanti pensieri, brevi ma intensi, per ricordarlo. "Uffa, non doveva accadere, perché è successo? Avevi solo dieci anni, non hai fatto nulla di male", è il testo di una letterina scritta dai piccoli compagni del bambino. "Manchi solo da un giorno e già siamo disperati, abbiamo un amico in meno con cui giocare. Ci mancano le tue battute, gli scherzi, ci mancano persino quelle sgridate di tua mamma, anche se non era empre colpa tua. Eri un amico sincero, dolce e simpatic. Eri giusto e leale. Non sei più con noi fisicamente, ma ci se con l'anima, tutti i giochi di quest'anno e anche del prossimo saranno dedicati a te".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'addio ad Alberto e Antonio, in mille ai funerali

QuiComo è in caricamento