Mercoledì, 29 Settembre 2021
Cronaca

Dubbi, ironie e critiche sul pietrischetto di piazza De Gasperi. Eccolo da vicino

Ha suscitato un robusto numero di osservazioni - generalmente critiche, non nel senso migliore - l'articolo (questo, dove sono anche i commenti) dedicato all'aspetto ormai definitivo di piazza De Gasperi riqualificata. Al netto delle...

Ha suscitato un robusto numero di osservazioni - generalmente critiche, non nel senso migliore - l'articolo (questo, dove sono anche i commenti) dedicato all'aspetto ormai definitivo di piazza De Gasperi riqualificata. Al netto delle recinzioni che ancora la avvolgono, i lavori sono terminati e l'area è pronta per l'apertura al pubblico calcolando qualche minimo intervento di finitura. Naturalmente, l'aspetto della piazza cambierà ancora notevolmente quando saranno nuovamente presenti tavolini e ombrelloni dei locali (entro una settimana al massimo) ma questo è un altro discorso, sebbene non meno importante perché quello sarà poi il "vero" biglietto da visita per turisti e passanti.

L'aspetto che, però, ieri più di tutti ha catalizzato l'attenzione è stato quello della pavimentazione. Dubbi, perplessità, ironie nei lettori sono state innescate dal pietrischetto di porfido - questo il nome tecnico del materiale - che ricopre la superficie della piazza rinnovata. Oggi, quindi, a mero titolo dimostrativo, pubblichiamo le immagini "al microscopio" del materiale, che si conferma esattamente come descritto: una sorta di "ghiaia" rossa costituita da piccole parti di porfido simili a brecciolino colorato. I dubbi sull'effettiva adeguatezza del pietrischetto rispetto all'utilizzo venturo della zona - ipotizzando scarpe aperte d'estate, stabilità dei tavolini, voglie "giocherellone" di bambini piccoli, difficoltà nella pulizia - obiettivamente rimangono. Qui la stroncatura di un architetto comasco alla pavimentazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dubbi, ironie e critiche sul pietrischetto di piazza De Gasperi. Eccolo da vicino

QuiComo è in caricamento