menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Costi e concorrenza: non parte quasi metà dei Centri estivi comunali

Costi e concorrenza: non parte quasi metà dei Centri estivi comunali

Costi e concorrenza: non parte quasi metà dei Centri estivi comunali

Concorrenza privata e parrocchiale in aumento, tariffe forse non proprio popolarissime, soluzioni alternative: fatto sta che su 11 centri estivi comunali che sarebbero dovuti partire proprio nelle prossime ore, 4 di sicuro non apriranno i battenti...

Concorrenza privata e parrocchiale in aumento, tariffe forse non proprio popolarissime, soluzioni alternative: fatto sta che su 11 centri estivi comunali che sarebbero dovuti partire proprio nelle prossime ore, 4 di sicuro non apriranno i battenti e per un quinto la decisione è ancora da prendere. La conferma giunge direttamente dal vicesindaco Silvia Magni: "In quei casi non sono stati raggiunti i numeri sufficienti di iscrizioni, probabilmente anche perché l'offerta in questo campo si è decisamente ampliata negli ultimi anni. Per esempio, molte strutture non comunali offrono attività estive alle famiglie e in molti casi accade in città o nei Comuni vicini. Un motivo, quest'ultimo, per cui in prospettiva vorrei contattare le amministrazioni della cintura urbana per valutare come poter collaborare assieme, visto anche che le risorse sono poche per tutti".

Tornando ai numeri, sui 5 centri estivi rivolti alle scuole dell'infanzia, saranno attivati quelli di via Briantea, via Segantini e via Nicolodi. Mentre sono rimasti al palo quelli di Lora e Trecallo. Per i centri rivolti alle scuole primarie, invece, svolgeranno le attività quelli di via Montelungo, via Fiume, via Cuzzi e via Isonzo. Non è stato raggiunto il numero sufficiente di iscrizioni a Lora, mentre è attesa una decisione sul centro di Tavernola.

Sul fatto che le tariffe possano aver scoraggiato le famiglie (364,50 euro per i residenti, 428 per i non residenti), il vicesindaco ha sottolineato come "il nostro servizio copra un orario compreso tra le 7.45 e le 17.30 e sia sempre inclusa la refezione. Inoltre sono previste agevolazioni tariffarie per le famiglie a basso reddito Isee".
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento