Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

Concerto a Como, Mika rivela a Cattelan: "Arrabbiato per i biglietti venduti a 1.700 euro"

Che il recente concerto sinfonico di Mika al Teatro Sociale di Como sia stato un clamoroso successo - come peraltro era ampiamente prevedibile - è noto da tempo. Molti, infatti, ricorderanno quelle lunghissime code sin dall'alba in piazza Verdi...

Eppure ora è lo stesso Mika - ai microfoni di Radio Deejay, ospite nel programma di Alessandro Cattelan con cui il cantante divide pure i riflettore di "X-Factor" - a rivelare che anche in occasione della tappa lariana del 24 ottobre scorso, il cosiddetto "bagarinaggio" ha colpito ancora. "Ho fatto questo concerto a Como nel bellissimo Teatro Sociale tutto dorato e rosso - ha premesso Mika - Abbiamo girato tutto anche per metterlo in onda su Sky". A questo punto è stato Cattelan a intervenire rivelando che "l'ex capitano e bandiera dell'Inter Javier Zanetti mi ha chiesto se era possibile avere dei biglietti, io ho chiesto al tuo collaboratore che mi ha detto che l'unico modo per vedere quel concerto era imparare a suonare l'oboe, o comunque imparare a suonare uno strumento per suonare lì, perché i biglietti erano già andati a ruba". E qui, come si diceva, Mika ha rivelato che "una cosa che mi ha fatto arrabbiare è che le persone hanno comprato, ma ci sono stati solo 10 biglietti in vendita su internet che io avevo messo a 37 euro, ma qualcuno li ha venduti a 1.700 euro e questo fa male". La trascrizione dell'intervento è testuale, ma il riferimento del cantante era chiaramente al bagarinaggio parallelo rispetto ai canali di vendita ufficiali dei biglietti.

A Cattelan la breve chiusura dolceamara: "Da un lato è la legge del mercato, ma poi c'è sempre chi specula".

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concerto a Como, Mika rivela a Cattelan: "Arrabbiato per i biglietti venduti a 1.700 euro"

QuiComo è in caricamento