menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Como, traffico internazionale di rifiuti ferrosi: maxi sequestro in dogana

Nel camion un carico di oltre 20 tonnellate

Un carico di oltre venti tonnellate di rifiuti ferrosi è stato intercettato e sequestrato alla dogana commerciale di Ponte Chiasso dai funzionari doganali e dagli uomini della Guardi di FInanza. Il carico presentava delle anomalie nei documenti che lo accompagnavano. Infatti, dalla fattura risultava che il carico fosse di orgine UE, ma nelle carte era anche riportata l'indicazione di una società svizzera quale "generatore di rifiuto". Un'incongruenza, questa, che ha spinto i militari delle Fiamme Gialle e i funzionari doganali ad approfondire il controllo sul carico che era trasportato all'interno di un tir. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si è scoperto che la merce era partita dall'Italia ma il tir subito dopo avere attraversato la dogana anziché dirigersi verso una destinazione elvetica o comunque estera, ha invertito il percorso e ha cercato di rientrare in Italia. Lo stesso conducente ha spiegato che aveva ricevuto dal proprio titolare istruzioni di rientrare in Italia con la documentazione rilasciata al momento dell'ingresso in Svizzera. Insomma, i rifiuti erano stati prodotti in Italia e dovevano arrivare a un destinatario italiano (indicato come importatore finale) dopo aver transitato per la Svizzera.

Insomma, le anomale circostanze hanno insospettito le autorità italiane che, dopo accurtai controlli, hanno provveduto al sequestro preventivo del carico e del mezzo pesante che lo trasportava. Per il trasportatore è scattata la denuncia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Lombardia in zona gialla (rafforzata) dal 26 aprile: cosa riapre

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento