Cronaca Via Bellinzona, 259

Confine Como-Chiasso, migrante sale su un traliccio della ferrovia e si butta nel vuoto

Soccorso dai vigili del fuoco. Un pompiere e un agente di polizia di frontiera avrebbero attutito la sua caduta

I vigili del fuoco durante i soccorsi

E' salito su un traliccio situato lungo la ferrovia a pochi metri dal confine di Como con Chiasso e ha minacciato di gettarsi nel vuoto. E lo ha fatto. E' accaduto nella tarda mattinata del 23 ottobre 2020. I vigili del fuoco sono accorsi insieme agli uomini del 118 (ambulanza della Croce Verde di Fino Mornasco e automedica) per tentare di fare desistere il giovane migrante (26 anni) dal suo proposito autolesionista. I soccorritori a causa della posizione del traliccio sono dovuti entrare in Svizzera per poter raggiungere il posto dove si trovava l'extracomunitario, che è in territorio italiano. 
Dopo le minacce il migrante è salto nel vuoto. Dalle prime informazioni sembra che grazie all'intervento di un vigile del fuoco e di un agente di polizia di frontiera di Ponte Chiasso la caduta sia stata attutita. Seguiranno aggiornamenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confine Como-Chiasso, migrante sale su un traliccio della ferrovia e si butta nel vuoto

QuiComo è in caricamento