menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Caso D'Alema e tangenti a Ischia: alla stessa coop l'appalto comunale da 36 milioni

Caso D'Alema e tangenti a Ischia: alla stessa coop l'appalto comunale da 36 milioni

Como, niente più cucine nelle scuole: 700mila euro per il centro unico di cottura in via Isonzo

Addio pasti cucinati nelle diverse scuole comunali della città, a Como arriva il punto unico di cottura. La decisione è stata presa oggi dalla giunta comunale, attraverso un documento di indirizzo che avvia l'iter per la centralizzazione del...

Addio pasti cucinati nelle diverse scuole comunali della città, a Como arriva il punto unico di cottura. La decisione è stata presa oggi dalla giunta comunale, attraverso un documento di indirizzo che avvia l'iter per la centralizzazione del servizio. La decisione, secondo l'esecutivo di Palazzo Cernezzi, consentirebbe di aumentare il numero dei pasti erogati servendo più strutture (ad esempio il Centro Diurno Disabili e le scuole secondarie di primo grado); di utilizzare gli spazi delle cucine in favore dei refettori che con superfici maggiori potranno ospitare più bambini e quindi diminuire le liste d'attesa per la mensa; di ridurre le spese legate agli adeguamenti normativi per le cucine (oggi i punti cottura sono 17) imposti da Asl e Vigili del Fuoco; di contenere i costi di approvvigionamento delle derrate alimentari (il rifornimento oggi interessa 17 punti con conseguenti oneri legati al trasporto, sosta, imballo e carico e scarico della merce); di riqualificare le spese per il personale. L'ipotesi allo studio, per caratteristiche strutturali e localizzazione, riguarda la scuola di via Isonzo, i cui alunni potrebbero essere trasferiti nel vicino edificio in via Picchi.

silvia-magni-17giu15"Con l'indirizzo operativo di oggi diamo il via ad un percorso di ottimizzazione di un importante servizio - spiega il vicesindaco Silvia Magni - saranno riqualificati la gestione, l'organizzazione del personale e all' utilizzo degli spazi. Capiamo la preoccupazione manifestata dalle famiglie in questi giorni e quanto prima saranno organizzati incontri con i genitori e i docenti per presentare la nostra proposta e raccogliere valutazioni e contributi". I tempi per la realizzazione della struttura sono stimati in 6 mesi, con conclusione dei lavori entro dicembre dell'anno prossimo; l'importo per le opere edili ed impiantistiche interne ed esterne ammonta a 700mila euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia torna in zona arancione da domenica 24 gennaio

social

Lago di Como, Casa Brenna Tosatto: l'arte della bellezza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento