Cronaca

Aggiudicata la gara per la bonifica della Ticosa

E’ stata aggiudicata, in via provvisoria, questo pomeriggio la gara per la bonifica dell’area dell’ex tintostamperia Ticosa. Il punteggio più alto (80,32) è stato attribuito dalla commissione ad Autotrasporti Pensiero srl società con sede a Cairo...

E' stata aggiudicata, in via provvisoria, questo pomeriggio la gara per la bonifica dell'area dell'ex tintostamperia Ticosa. Il punteggio più alto (80,32) è stato attribuito dalla commissione ad Autotrasporti Pensiero srl società con sede a Cairo Montenotte (Savona) e che ha vinto la gara con un ribasso del 21,27%. Conclusa la verifica dei requisiti, così come previsto dalla normativa, si procederà con l'aggiudicazione definitiva e quindi, a seguire, con la consegna del cantiere. Entro 60 giorni, comunque, si potrà dare avvio ai lavori.

Nel corso delle prossime settimane i tecnici valuteranno insieme all'impresa la compatibilità dell'area attualmente adibita a parcheggio con l'attività di cantiere prevista. "L'attenzione nei confronti del tema parcheggi è massima - commenta il sindaco Stefano Bruni - e l'indicazione data è di valutare tutte le possibilità per limitare il più possibile i disagi".

Bonifica L'importo dei lavori a base d'asta era di un milione e 895mila euro, con un investimento totale da parte dell'amministrazione di due milioni e 400mila euro (finanziati dall'ente attraverso l'accensione di un mutuo). La bonifica, i cui lavori dureranno da progetto 6 mesi, prevede scavi, opere provvisionali legate agli interventi da effettuare, l'asportazione del terreno contaminato ed il suo smaltimento in discarica (previa definizione del tipo di rifiuto), l'analisi delle acque di falda (tre volte al mese), delle polveri (due giorni a settimana) e del terreno. La titolarità dei rifiuti verrà assegnata all'impresa assuntrice dei lavori che dovrà quindi assumersi l'onere di tutte le pratiche amministrative (gestione SISTRI - registri di carico e scarico, ecc.) relative al materiale da smaltire, oltre ad individuare il trasportatore competente ed il destinatario del rifiuto (impianto/discarica), manlevando quindi del tutto la stazione appaltante (ossia il Comune di Como) da tali obblighi. I mezzi pesanti in entrata al cantiere utilizzeranno l'accesso su viale Roosevelt, lungo il lato nord-est del sito. L'uscita dei mezzi pesanti dal cantiere avverrà invece da via Sant'Abbondio, lungo il lato nord. Lungo il percorso di uscita saranno posizionati la pesa e la piazzola di lavaggio delle ruote degli automezzi. Durante l'esecuzione dei lavori dovrà essere garantita un'adeguata pulizia giornaliera delle piste interne utilizzate dai mezzi di cantiere per il raggiungimento delle aree di scavo; per limitare il sollevamento delle polveri e per il contenimento quindi degli impatti ambientali, si dovrà provvedere a bagnare periodicamente tali piste. I mezzi in uscita dal sito dovranno fermarsi presso la piazzola di lavaggio per la pulizia delle ruote, per evitare l'eventuale trasporto di frammenti di materiale contaminato all'esterno del sito; inoltre i bilici contenenti terreni o macerie da conferire ad impianti di recupero/smaltimento dovranno sostare presso la pesa per determinare il peso del materiale in uscita. L'area di cantiere dovrà essere dotata di uffici, spogliatoi e servizi igienici. Tutti i materiali che saranno avviati all'esterno dell'area, dovranno essere preventivamente pesati in uscita ed i quantitativi di materiale, associati alla targa dell'automezzo, data ed orario, andranno annotati su apposito registro. La piattaforma di lavaggio per la pulizia delle ruote dei camion dovrà essere dotata di un pozzetto di raccolta che sarà periodicamente svuotato da un'autobotte di servizio previa caratterizzazione chimica e successivo smaltimento presso idoneo impianto esterno ai sensi della vigente normativa sui rifiuti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggiudicata la gara per la bonifica della Ticosa

QuiComo è in caricamento