Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Scandalo in Valtellina, sette politici e dirigenti nei guai

Il presidente della Comunità Montana di Morbegno, Silvano Passamonti; il presidente del Bim e assessore ai Lavori pubblici in Comunità Montana Giacomino Rebuzzi; l'ex sindaco di Cercino Renzo Barona; il direttore di Eventi Valtellinesi Luca...

Il presidente della Comunità Montana di Morbegno, Silvano Passamonti; il presidente del Bim e assessore ai Lavori pubblici in Comunità Montana Giacomino Rebuzzi; l'ex sindaco di Cercino Renzo Barona; il direttore di Eventi Valtellinesi Luca Spagnolatti; il direttore generale della Comunità Montana Salvatore Marra; il segretario comunale Gusmeroli, la consulente del lavoro Simona Vitali. Tutti coinvolti in uno dei più grossi scandali che abbia mai scosso la politica in Valtellina. Secondo il sito internet de La Provincia, Passamonti, Spagnolatti, Barona e Vitali ora si trovano in carcere (a Como e a Monza), mentre Marra, Rebuzzi e Gusmeroli sono agli arresti domiciliari. Cosa è successo? La Guardia di Finanza che la scorsa notte ha eseguito le 7 ordinanze di custodia cautelare emesse dalla Procura della Repubblica Valtellinese, sta indagando sui reati di truffa aggravata ai danni della Regione Lombardia, peculato e concussione di numerosi proprietari terrieri di Cercino che, secondo quanto spiegato dalla Guardia di Finanza, sarebbero stati costretti a cedere grosse porzioni di terreno a prezzi molto bassi sotto la minacci di un esproprio pubblico che avrebbe comportato il pagamento di un prezzo ancora più basso. Sui terreni, che insieme misurano circa 7 ettari, un gruppo imprenditoriale di Lecco ha poi costruito uno stabilimento di 18mila metri quadrati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scandalo in Valtellina, sette politici e dirigenti nei guai

QuiComo è in caricamento