Attualità Via Giuseppe Sirtori

Como, chiude il centro di via Sirtori: 75 senzatetto tornano in strada

Era stato creato per l'Emergenza Freddo e poi tenuto aperto per il Covid, ma il 7 giugno chiuderà

Silvia e Alessandro, che si sono da poco sposati e di cui abbiamo raccontato la storia, sono solo due delle persone attualmente accolte dal dormitorio Emergenza Freddo (poi tenuto aperto a causa del Covid), in via Sirtori a Como e gestito dalla Caritas.

Gli ospiti che trascorreranno l'ultima notte (quella del 7 giugno) nel centro di accoglienza sono 75, e altri 20 li raggiungeranno nelle strade di Como a fine mese, quando verrà chiusa anche la palestra di Via Mariani che il comune aveva riservato ai senzatetto in questi periodi di emergenza. La preoccupazione di Silvia e Alessandro non è solo per loro che, attualmente, non sanno dove andare, ma soprattutto per gli anziani che dovranno tornare in strada. Ricordiamo, inoltre che Silvia è disabile. Ci ha raccontato che a lei era stata offerta una possibilità presso un istituto religioso ma, giustamente, non vuole separarsi da suo marito. 

Ci dice Alessandro: «Ci sono tante case magari non abitabili ma che con qualche lavoro potrebbero diventarlo. Perchè non ci danno la possibilità di sistemarle?».

C'è grande preoccupazione anche da parte dei volontari in merito a queste chiusure anche in considerazione del fatto che il Covid complica molto le cose e la gestione dei senzatetto nelle strade, senza il controllo e l'igiene che può dare un dormitorio (che, con tutte le difficoltà annesse, è senz'altro più sicuro sia per i clochard che per i volontari). Al momento il comune non ha proposto alcuna soluzione alternativa. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Como, chiude il centro di via Sirtori: 75 senzatetto tornano in strada

QuiComo è in caricamento