Il Tar respinge il ricorso: viale Geno resta alla Como Nuoto

Nessuna sospensiva è stata concessa ai ricorrenti

Como Nuoto

Una storia infinita. Ma secondo il Tar la Como Nuoto ha tutto il diritto di restare nell'impianto di viale Geno. Nessuna sospensiva è stata infatti concessa come richiesto dai ricorrenti di Pallanuoto Como. Una lunghissima vicenda di corsi e ricorsi tutti incentrati sul numero degli atleti. Ed è proprio questo particolare, che in precedenza aveva ribaltato la sentenza a favore della società guidata da Dato, ad essere risultato, in questo nuovo ricorso, paradossalmente controprodeucente per i ricorrenti. Il Tribunale ha infatti mantenuto lo stesso principio di conteggio anche per gli atleti professionisti tesserati nel corso dell'anno solare. Una battaglia nata a seguito del discutibile bando del Comune e delle sue conseguenti possibili interpretazioni. Secondi i giudici è quindi corretta la decadenza di Pallanuoto Como e di Crociera Stadium. Dopo due anni di carte bollate, Como Nuoto si è di fatto aggiudicata un'altra partita. Ma non sarà l'ultima. Si attende ora la data della nuova udienza per la sentenza che a questo punto si spera sarà definitiva. Resta ancora irrisolto, come abbiamo scritto ieri, anche il nodo della piscina di Muggiò dove entrambe le società si allenavano nel periodo invernale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, anche Natale e capodanno in casa: ristoranti chiusi, il nuovo Dpcm cambia direzione

  • Cantù, Lidl chiuso fino al 29 novembre per aver violato il Dpcm. Le scarpe non c'entrano nulla

  • Como, chiuso il bar Mitico: multati anche i clienti che consumavano sul posto cibi e bevande

  • Zona arancione, cosa si può fare a Como da domenica 29 novembre

  • Como in zona arancione da domani o dal 4 dicembre? Ma cambia poco

  • Valduce, la ragazza sul tetto dell'auto che cerca la mamma

Torna su
QuiComo è in caricamento